Enogastronomia e cultura unite con “Arlois e Fasois” in Val Pesarina

Ritorna sabato e domenica 7 e 8 settembre “Arlois e fasois”, il tradizionale evento che unisce l’eno-gastronomia e la cultura in Val Pesarina.
La manifestazione vuole celebrare e valorizzare due dei prodotti tipici del territorio: gli orologi, la cui produzione conosciuta in tutto il mondo grazie al nome dei “Solari”, iniziò a fine 1600 per arrivare fino ai nostri giorni, e i fagioli che nelle loro molteplici varietà coltivata in valle rappresentano il manifesto della biodiversità da conservare e preservare.
L’evento avrà inizio a Pesariis sabato 7 dalle ore 15.00 parlando di agricoltura in montagna con i racconti delle esperienze di giovani che hanno studiato e sperimentato le colture di piante da frutto locali, di vite e di frumento e farro. A seguire la presentazione del libro “Dalla farina alla comunità, una filiera di economia solidale in Medio Friuli”.
Occasione imperdibile del sabato pomeriggio, su prenotazione, la visita al laboratorio dei Fratelli Leita, per conoscere l’arte di costruire clavicembali partendo dal legno locale e la visita alla Chiesa di S. Leonardo ad Osais, per ammirare gli affreschi del Foluto, vero gioiello del periodo del 1500.
L’apertura dei chioschi a Pesariis è prevista per le ore 19, con degustazione della grigliata di Cjanâl e dalle 20.00 lo spettacolo della “Musica senza tempo” con Alberto e Valentina Cescutti.
Sempre sabato, a pranzo e cena, sarà possibile degustare nei ristoranti della Valle i piatti tradizionali preparati per l’occasione.
A Pesariis, domenica dalle 9.30 e per tutta la giornata mercatino di prodotti tipici e di artigianato locale, dalle 11.00 apertura chioschi con degustazione di piatti a base di fagioli tra cui la crostata con marmellata di fagioli e il gelato al fagiolo. Come da tradizione, si potranno acquistare, fino ad esaurimento scorte, i fagioli locali coltivati dalle famiglie della valle. La mattinata sarà allietata dalla musica del complesso Discostajare streetband che aprirà la manifestazione e nel pomeriggio l’esibizione del Coro Chei di Guart di Ovaro e la musica del complesso Edelweiss.
Durante le due giornate sarà possibile visitare il museo dell’orologeria, il percorso dell’orologeria monumentale e il museo etnografico “Casa Bruseschi” e la mostra fotografica “Scats Cjanalots”.
A Pieria, inoltre, sarà aperto il Piccolo Museo delle macchine per la fotografia e cinematografia.

Proponiamo il podcast dell’intervento odierno di Andrea Puschiasis a RadioAttiva“, la trasmissione di Radio Studio Nord condotta da Cristian Comelli in onda da lunedì al venerdì dalle 10 alle 12.

 

Commenta con Facebook