Da mercoledì 12 al via la vaccinazione antinfluenzale in Fvg

“Quello della vaccinazione antinfluenzale, associata al secondo booster anti-Covid, è un messaggio importante. Perché risponde alla strategia della prevenzione, che preserva la salute delle persone, impedendo lo sviluppo della malattia grave specialmente nei soggetti più a rischio,  alleggerendo l’impatto sanitario dei virus sul sistema ospedaliero”.

Lo ha detto oggi il governatore Massimiliano Fedriga nel corso della presentazione dell’apertura della campagna vaccinale antinfluenzale stagionale in Friuli Venezia Giulia prevista per mercoledì 12 ottobre. La somministrazione, oltre a essere fortemente raccomandata, sarà gratuita per le categorie maggiormente a rischio (over 60 e soggetti fragili) e per i lavoratori dei servizi pubblici di primario interesse collettivo.
Inoltre è stato anche annunciato un prossimo accordo pubblico/privato affinché sia possibile ricevere la vaccinazione direttamente all’interno delle farmacie.

Come ha spiegato il governatore, sempre nella logica di rafforzare la prevenzione, va sottolineato il ruolo delle istituzioni scientifiche che garantiscono la sicurezza della vaccinazione, anche nella formula che prevede la simultanea somministrazione dell’antinfluenzale con la seconda dose booster anti-Covid.

E proprio sull’andamento della pandemia Fedriga ha affermato che, pur in presenza di un aumento dei casi, la pressione sugli ospedali e sul sistema sanitario regionale è sotto controllo. “Ciò non toglie – ha aggiunto – che permane una situazione di rischio per i più fragili e per le persone con più di sessant’anni. Per questo è importante superare questa fase, comprensibile dopo due anni di emergenza, di stanchezza vaccinale riuscendo a convincere le fasce più deboli della popolazione a difendersi dal virus”.

Inoltre il governatore ha auspicato che il prossimo governo provveda a differenziare il dato degli ospedalizzati “con Covid da quelli per Covid, in modo da disporre di un quadro realistico dell’impatto del virus, che ricordo siamo riusciti a contenere principalmente grazie al vaccino”.

Da parte sua il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, ha parlato di questa campagna come un altro ulteriore sforzo della macchina organizzativa della sanità regionale dopo l’esperienza dei 2 milioni e 700mila dosi di vaccinazioni anti-Covid. “C’è nella popolazione, dopo la pressione esercitata nell’emergenza, un giustificato atteggiamento di stanchezza nei confronti della vaccinazione e questo è un dato che dobbiamo monitorare, perché soprattutto sugli anziani e i fragili l’impatto del virus influenzale sulla loro salute li pone sensibilmente a rischio”.

L’ultima campagna antinfluenzale ha registrato in Friuli Venezia Giulia un’adesione del 59,31 per cento degli over 65 e del 26,3 degli operatori sanitari.