Il Cosilt sblocca opere per un importo di oltre 8 milioni

Entro la metà di luglio il Cosilt completerà le operazioni preliminari per l’appalto di opere per un importo complessivo di € 8.191.137, attraverso l’utilizzo di fondi e di contributi regionali nonché mezzi propri.

Oltre all’intervento di “Realizzazione infrastrutture a servizio di attività produttive z.i. di Tolmezzo” (Opera n. 168 – Lotto A) che ha già visto la stipula del contratto di appalto per un valore di oltre 5 milioni di euro, saranno appaltati interventi di ristrutturazione e adeguamento degli impianti presso l’immobile acquisito nell’ambito dell’operazione di incorporazione di Agemont Immobiliare s.r.l., denominato ex Sermet a Tolmezzo (Opera n. 168 – Lotto B), per un importo di 540 mila euro.

Un altro appalto (Opera n. 172) interesserà la zona industriale di Tolmezzo, e più in particolare la rete viaria – via Cartotecnica, via Chiamue, via dell’Industria e via Candoni – che presenta oggi cedimenti e porzioni usurate di manto stradale per un valore di 180 mila euro.

Prossimo all’avvio della fase di appalto anche l’intervento, in delegazione amministrativa del Servizio Idraulica della Direzione Centrale Ambiente, Energia e Politiche per la Montagna, per la sistemazione idrogeologica del tratto di fiume Tagliamento in località Passo della Morte in Comune di Forni di Sopra (Opera n. 151), che prevede un impegno di 1.290.000 euro per il ripristino di un’area particolarmente compromessa, già oggetto nel passato di diverse opere, e la ricostituzione di un contesto più stabile, migliorando le condizioni di sicurezza idraulica e ambientali.

Ulteriori interventi riguarderanno gli immobili di proprietà Cosilt nei Comuni di:

  • Tolmezzo (Opera n. 173): 145.405 euro destinati a lavori di manutenzione straordinaria che interesseranno il complesso ex Snaidero sito nell’area compresa fra via Grialba, via dell’industria e via Candoni.

  • Ovaro (Opera n. 179): a completamento del complesso edificatorio della Reno de Medici, che ha già visto la realizzazione da parte del Consorzio del capannone adibito a magazzino, adiacente alla cartiera (nell’area compresa tra la riva sinistra del Torrente Degano e l’abitato), 157 mila euro sono destinati all’appalto delle opere di realizzazione di un’area di servizi al piano terra.

  • Villa Santina (Opera n. 180): 345 mila euro sono destinati all’appalto per l’attuazione degli interventi di completamento del “capannone modulare” (lotto B3) che prevedono opere interne relative alla realizzazione della pavimentazione e di un corpo uffici a servizio delle attività produttive ivi presenti, oltre che la sistemazione delle aree di pertinenza per rendere accessibile e funzionale l’unità.

Un insieme di interventi ed opere – esprime la propria soddisfazione il Presidente Gollino – , che in una situazione economica che presenta solo deboli segnali di ripresa, testimonia la volontà del Cosilt di continuare l’azione di investimento diretto e di stimolo allo sviluppo degli agglomerati industriali oltre che di esercizio del ruolo di ente delegato dalla Regione FVG nelle azioni di prevenzione del dissesto idrogeologico”.

Commenta con Facebook