Controlli dei Nas tra i negozi cinesi di Tolmezzo

Al lavoro in queste giornate festive anche i carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Salute di Udine che hanno eseguito diversi controlli in store cinesi e panifici e pasticcerie artigianali della regione. Nel Goriziano in particolare è finita nel mirino un laboratorio in cui sono stati sequestrati 40 tra panettoni e dolci tradizionali che non riportavano in etichetta né ingredienti né gli allergeni. I dolci sono stati sequestrati ma potranno essere dissequestrati nel caso i titolari della pasticceria decidano di rietichettare il prodotto. Nonostante ciò rimane la sanzione da 4 mila euro.

Nella zona del Cividalese, in due negozi gestiti da cittadini cinesi, sono stati trovati e sequestrati 60 tra giocattoli e oggetti pericolosi per un valore di circa 600 euro. Per i titolari la sanzione amministrativa è di 10mila euro, in particolare per i prodotti pericolosi così come disposto dal decreto legislativo 186 del 2011. Si tratta di etichettature che non riportano la dicitura CE, e che quindi non hanno passato il vaglio del controllo europeo sul fronte sicurezza.

A Tolmezzo, infine, sono stati controllati due store cinesi, dove sono stati sequestrati 20 giocattoli e anche cinque penne laser. In quest’ultimo caso la denuncia è penale poiché, in base a un’ordinanza del Ministero del 1998 questi oggetti non si possono vendere perché pericolosi nel caso vengano diretti, con il fascio laser, agli occhi, causando problemi alla vista.