Come navigare con consapevolezza sul web, se ne parla al Castello di Colloredo

“L’era digitale: l’infinito tra le mani – Come navigare con consapevolezza nel mare di risorse, informazioni e insidie del web” è il tema del convegno che si terrà venerdì 6 dicembre, alle ore 20.30, presso l’ala ovest del Castello di Colloredo di Monte Albano.
In una società tecnologicamente evoluta come la nostra, che ha visto in pochi anni imporsi nuovi strumenti dalle potenzialità pressoché senza limiti e alla portata di chiunque, quali ad esempio Internet e gli smartphone sempre connessi, è importante cogliere le opportunità di tale rivoluzione ma anche affrontarne alla radice le potenziali insidie. Il convegno di venerdì prossimo serve proprio a fornire delle indicazioni al riguardo, con riferimento in particolare ai giovani, che al “bombardamento” digitale sono i più esposti. Come sottolinea il vicepresidente del consiglio d’amministrazione della Comunità Collinare, Roberto Pirròc “l’iniziativa è stata portata all’attenzione del cda della Collinare quest’estate grazie all’assessore alle politiche sociali del Comune di Colloredo, Patrizia Miolo e successivamente è stata illustrata all’Ambito socio sanitario del Sandanielese”. “Il programma – dice Pirrò – prevede all’inizio della serata i saluti del presidente della Comunità Collinare del Friuli, Paolo De Simon, del vicecommissario straordinario con poteri e funzioni di direttore dei Servizi socio sanitari Denis Caporale e del presidente dell’Ordine degli psicologi del Friuli Venezia Giulia, Roberto Calvani. Seguiranno poi tre interventi: quello della psicologa Sara Grassi su internet e smartphone, i relativi pericoli e le opportunità; quello della presidente di Bevalory, Simona Dell’Utri, che presenterà la Valory App da lei ideata quale strumento di supporto e orientamento per i giovani; e quello della psicologa Monica Mognato che parlerà di Valory Help a supporto dei servizi territoriali. L’ingresso al convegno è gratuito e la partecipazione è aperta a tutti”.

“Abbiamo deciso di ospitare tale iniziativa, peraltro co-organizzandola – spiega il presidente della Comunità Collinare, Paolo De Simon – avendone colto perfettamente il significato e ritenendo opportuno che per tutte le tematiche d’interesse sovracomunale e non strettamente locale la sede più indicata sia proprio la nostra in Castello. Questo vale per il convegno in oggetto come per qualunque altro evento che abbiamo qui proposto in passato e che proporremo in futuro”. 

Commenta con Facebook