Chiusaforte, 77enne sopravvive tre giorni sul greto del torrente

Un settantasettenne friulano è stato tratto in salvo allo stremo delle forze, fortemente disidratato ma ancora cosciente, dopo essere stato notato da due passanti disteso sul greto del Torrente Chiusaforte.

La chiamata è arrivata al Nue112 poco dopo le 19 e la Sores ha attivato le stazioni di Cave del Predil e Moggio Udinese del Soccorso Alpino, la Guardia di Finanza, i Vigili del Fuoco e l’ambulanza che si sono portati sul posto: in tutto una decina i soccorritori convenuti.

L’uomo, che calzava scarponi ed era vestito da escursionista, considerate le sue condizioni è stato imbarellato e consegnato all’ambulanza. Pare che abbia riferito ai soccorritori di essere arrivato sul torrente dopo aver percorso il Vallone Blasic che conduce alla frazjone Tamaroz scendendo dal Foran del Mus.

Uno dei soccorritori presenti ha fatto notare che aveva percorso quel tragitto proprio sabato, trovando, lungo il percorso, una torcia frontale e un berretto. Mostrando al signore la foto di quegli oggetti, pare che li abbia riconosciuti come propri.

Se così fosse, significherebbe che si trova sul greto da tre giorni. Sarà da verificare se effettivamente abbia risposto con sufficiente lucidità.