Calcio, dopo 3 anni ritorna il Torneo internazionale “Parco delle Colline Carniche”

A distanza di tre anni dall’ultima edizione disputata (nel 2019), torna il Torneo internazionale “Parco delle Colline Carniche”, manifestazione riservata alle categorie Pulcini e Giovanissimi. Dal 2 al 5 giugno i campi sportivi di Villa Santina e Raveo, comuni facenti parte insieme a Enemonzo e Lauco del parco delle Colline Carniche, da cui prende il nome la manifestazione, saranno ancora una volta il palcoscenico perfetto per la rassegna che vedrà impegnate 18 squadre.  

La formula del Torneo resterà invariata rispetto all’ultima edizione, con 12 squadre per la categoria Pulcini (giovedì 2 giugno a Villa Santina) e 6 squadre per quella Giovanissimi (due triangolari nella mattinata di domenica 5 sui campi di Villa Santina e Raveo decreteranno l’ordine di svolgimento della fase finale del pomeriggio a Villa Santina, dove si svolgerà anche la cerimonia di premiazione).

L’edizione 2022 riveste particolare prestigio, in quanto la manifestazione rientra nell’ambito della prestigiosa “XIX Giornata Nazionale dello Sport” che si celebra proprio il 5 giugno. Una giornata speciale, aperta a tutti, che si svolge contemporaneamente su tutto il territorio nazionale, all’insegna di chi ama e pratica lo sport e della promozione di tutte le discipline sportive. 

In una tre giorni che non sarà solo prettamente calcistica visto che Sabato 4 giugno avrà luogo, a partire dalle 15.30, l’intitolazione del campo sportivo di Villa Santina a Carmine Sbordone,  indimenticato uomo di sport che nel corso della sua lunga attività calcistica ha ricoperto, tra gli altri, il ruolo di presidente del Villa e di allenatore del settore giovanile della Folgore. 

«Un grande segnale per il territorio – le parole di Stefano Mecchia, uno degli organizzatori della manifestazione oltre che vicesindaco di Villa Santina –. Contava ripartire per ridare importanza alla ripresa delle attività sportive come è stato per tutti i campionati. Torniamo in campo, dopo due anni in cui siamo stati fermi per la pandemia, consci che lo sport soprattutto giovanile è un volano economico per le attività, con squadre provenienti da diverse parte della regione e la conseguente, importante, ricaduta per il territorio. Questa è una grande vetrina per i ragazzi: da qui sono passati atleti che poi hanno fatto percorsi ed esperienze diverse, all’interno anche di società professionistiche. Dopo due anni di difficoltà tante società si sono viste costrette alla perdita di tesserati per cui anche noi, nel nostro piccolo, vogliamo dare un segnale di ripartenza con lo sport che è la linfa per le società, ma soprattutto per i ragazzi. C’è bisogno di socializzazione, in particolare nel nostro territorio, e per questo avevamo bisogno di farli ritrovare insieme per confrontarsi nella competizione. Ci siamo guardati in faccia e siamo ripartiti quasi da zero, nel massimo rispetto delle regole vigenti. Non era facile e abbiamo deciso di ripartire con le squadre del territorio alle quali si aggiunge la selezione istriana di Pisino. Con l’Amministrazione comunale della cittadina croata stiamo lavorando per formalizzare un gemellaggio istituzionale con Villa Santina. Il valore di questi eventi è anche quello di confrontarci con mondi sportivi e culturali diversi».

PROGRAMMA TORNEO GIOVANISSIMI
PROGRAMMA TORNEO PULCINI