Anche la galleria “Tarvisio” della A23 tra quelle segnalate “a rischio”

Sarebbero ben 200 le “gallerie a rischio”, 105 sulla rete in concessione ad Autostrade, 90 ad altre società. A riportarlo questa mattina, 10 gennaio, sono i quotidiani La Stampa e Repubblica, citando il dossier, ora finito agli atti dell’inchiesta sul crollo della galleria Bertè in Liguria, che figura, per l’appunto, tra quelle a rischio.

Non rispettano le direttive europee, non avendo sistemi di sicurezza, vie di fuga, corsie di emergenza, sono soggetti a infiltrazioni di acqua. Tra quelle citate dai quotidiani figura anche la galleria “Tarvisio” lungo la A23 Palmanova-Udine-Tarvisio, lunga 2.252 metri e situata al km 114 dell’arteria. 

Dal canto suo Aspi (Autostrade per l’Italia) ha reso noto che «l’adeguamento degli impianti nelle gallerie gestite dalla società», e citate dal rapporto del Consiglio dei lavori pubblici, «è in corso nel 90% dei casi (in alcuni già concluso), mentre per il restante 10% sono in corso le gare d’appalto per l’aggiudicazione dei lavori». Autostrade (Aspi), inoltre, ha sottolineato come già nell’aprile 2019 aveva già comunicato al Mit la lista di misure compensative adottate per l’adeguamento degli impianti delle gallerie appartenenti ai corridoi transeuropei.

Commenta con Facebook