Ampezzo, pronti 48.800 euro per la sede provvisoria della scuola “M. Davanzo”

La Regione, su proposta dell’assessore alle Autonomie locali Roberti, ha assegnato al Comune di Ampezzo 48.800 euro a sostegno delle spese necessarie per adibire l’edificio comunale “Centro di aggregazione giovanile” a sede provvisoria della scuola secondaria di primo grado ‘M. Davanzo’ a seguito di trasferimento dall’altro immobile dichiarato inagibile per vulnerabilità sismica.

Con le risorse verranno effettuate opere di manutenzione straordinaria per allestimento della rete informatica dedicata, l’adeguamento di impianti tecnologici e sanitari, il ripristino di finiture e tinteggiature.

La legge regionale 18/2015 autorizza la Regione a stanziare un fondo per il concorso agli oneri dei Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, derivanti da accadimenti di natura straordinaria o imprevedibile, verificatisi nell’anno di stanziamento delle relative risorse o nell’ultimo trimestre dell’anno precedente, non finanziabili con le normali risorse di bilancio; la legge regionale 23/2019 ricomprende tra gli accadimenti gli interventi urgenti volti a garantire il regolare svolgimento dell’attività scolastica conseguenti alla condizione di inagibilità per vulnerabilità sismica degli edifici scolastici comunali.

Commenta con Facebook