Addio ad Alfio Monai, storico gestore del Borgat di Tolmezzo

Si è spento stamani all’alba Alfio Monai, lo storico gestore dell’Antica Osteria Al Borgat di piazza Mazzini a Tolmezzo. Monai da quanto si è appreso è stato colpito da un malore improvviso. Aveva 63 anni. Originario di Cavazzo Carnico, lascia la moglie e due figli.

Monai è stato uno dei principali animatori della valorizzazione dell’enogastronomia carnica, proposta nelle sue mille sfaccettature all’interno del suo locale, divenuto negli anni uno scrigno di arte, storia, cultura e tradizioni locali. Un locale, il Borgat, che a metà anni 2000 è stato arricchito da un’altra nicchia, la Taberna, risistemata all’interno di Palazzo Pillinini. Monai assieme a Gianni Cosetti e Paolo Cimenti  fu tra i promotori dell’iniziativa “Carnia in Tavola”. Nel 2011 aveva ricevuto anche la targa della Camera di Commercio di Udine “Qui si mangia friulano”.

In questo filmato (dal minuto 6 circa) si può trovare la sua intervista dedicata alla ricetta dei Cjarsons.

Il Magico bacio di Zuglio

ZUGLIO, TOLMEZZOSTORIA, TRADIZIONI E CJARSONSPoichè con Venzone avevamo preso la direzione nord, ci siamo spinti fino a Tolmezzo. Prima un omaggio a Zuglio, pagana e cristiana, quella della città romana e della stupenda testa bronzea che appare in apertura del video e poi quella del bacio delle croci, rito straordinario e commovente nella sua ingenua e immediata simbologia. Zuglio era a metà strada tra Aquileia e Aguntum, di cui rimangono le rovine nei pressi di Lienz in Ost Tirol città che fu la seconda capitale della Contea di Gorizia, con la quale sottoscrissi il gemellaggio.Tutta una storia di commerci e traffici – molto "nostri" e molto europei – che andrebbe raccontata e approfondita. Tolmezzo capoluogo della Carnia, luogo magico per eccellenza tra tutti i luoghi del Fvg, con un magnifico museo che è un delitto non visitare quello delle arti e delle tradizioni popolari. Territorio che andrebbe valorizzato per le sue incredibili particolarità produttive in campo agricolo e per una gastronomia di nicchia che ha pochi rivali non solo in regione, ma in Italia. Così in questo video ci siamo ritrovati le presentazioni d'antan di due specialità friulane come i cjarsons e il frico, che proprio in Carnia hanno avuto le loro origini, spiegate da due cuochi d'eccezione, Alfio Monai e il purtroppo scomparso grande maestro Gianni Cosetti. L'è tutto da rifare diceva l'italianissimo brontolone e campione Gino Bartali. Tutto forse no, ma qualcosa certamente si: per il turismo in Carnia basterebbe ricordare che è un turismo di nicchia e su questo concetto bisogna investire: per recuperare cultivar rarissimi e quasi estinti, ad esempio decine di specie di fagioli favolosi e rarissimi, che già da soli varrebbero un festival; oppure potenziare quello che si fa già con le inarrivabili erbe della Carnia. Insomma le potenzialità ci sono, basta guardarsi intorno e misurare con intelligenza gli investimenti. ANTONIO DEVETAG

Posted by Culturafvg on Saturday, 20 May 2017

Un pensiero riguardo “Addio ad Alfio Monai, storico gestore del Borgat di Tolmezzo

  • 13 febbraio 2018 in 18:21
    Permalink

    Addio Alfio, un Grande Imprenditore di poche parole ma di grandi fatti…

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *