Ad Alesso di Trasaghis si presenta il Lunari di Dalés

La nuova edizione del “Lunari di Dalés”, il tradizionale calendario dedicato ogni anno alla documentazione su aspetti caratteristici della storia e delle tradizioni di Alesso e scritto sempre rigorosamente “par furlan” sarà presentata venerdì 30 dicembre, alle 20.30, nel Centro Servizi di Alesso. L’edizione 2017 si intitola “Ta baràca ” ed è in primo luogo dedicata al periodo che, a partire da quarant’anni fa, la gente di Alesso, come quella di tutta l’area terremotata, ha passato nel ricovero provvisorio dei prefabbricati. Vengono così ricordate le principali baraccopoli (Cjalcôr, Pidibarcjas, Presa, Oncedis) e la nuova organizzazione messa in piedi, con le osterie, i negozi, la scuola, la chiesa funzionanti nei prefabbricati.
Il Lunari si occupa però, con la sua documentazione fotografica, anche di “altre baracche”: da quelle allestite in riva al Lago per incrementare il turismo a quelle del lavoro sui cantieri dell’emigrazione, per citare anche quelle adoperate in “altri” terremoti (quelle attuali della Protezione Civile impegnata spesso in interventi di soccorso a popolazioni colpite da calamita).
Il Lunari è stato redatto da un gruppo redazionale ormai affiatato, che ha già curato, negli anni scorsi,la realizzazione di più di venti edizioni: Zuan Cucchiaro, Luigi Stefanutti, Pieri Stefanutti, Decio Tomat, Elena Vidoni e don Giulio Ziraldo. Rilevante è, come sempre, la partecipazione della popolazione, invitata – anche tramite facebook – a collaborare nella raccolta di fotografie (una settantina quelle pubblicate sul Lunari) e informazioni.
Edito dalla Parrocchia di Alesso col contributo del Comune di Trasaghis e la collaborazione del Centro di Documentazione sul Territorio, il Lunari, stampato dalla Graphis di Fagagna, sarà, dopo la presentazione, in distribuzione nei principali esercizi pubblici del paese.