A Forni di Sopra una partita di calcio fra ragazzi ucraini, lituani e carnici

Pochi giorni fa si è disputato un incontro calcistico che ha coinvolto dei ragazzi e ragazze tra i 7 e i 13 anni provenienti dalla Lituania e dall’Ucraina ed i ragazzi dei Forni Savorgnani, ovvero Forni di Sotto e Forni di Sopra.
L’evento si è svolto nel contesto del quarto campeggio estivo organizzato dalla Onlus “Hope for Football” diretta da Stefano Piciulin (di origini friulane) ed avente sede in Lituania, che ha come finalità di aiutare i bimbi che vivono negli orfanatrofi in situazioni di forte disagio ed altri con problemi di leucemia.
Lo stesso Piciulin nel passato è stato affetto da leucemia, curata secondo i consigli dei medici del Burlo Garofolo di Trieste, sui monti della Carnia.
E’ proprio in segno di riconoscenza che Stefano ha deciso di intraprendere questa avventura e di realizzarla nei luoghi a lui cari, anche se quest’anno per motivi organizzativi i ragazzi sono stati ospitati, con gran disponibilità e calore, a Vigo di Cadore. Il calcio, per l’associazione, è considerato un ottimo antidoto contro le difficoltà che affiggono questi ragazzi, così come importante è ritenuta la possibilità di poter interagire con i ragazzi locali, dando vita ad una reciproca e fruttuosa esperienza di vita.
L’associazione “Hope for Football” ha come partner AIC – Associazione Italiana Calciatori, Nuovo Sindacato Carabinieri, l’ambasciata lituana di Roma, la Federazione calcistica lituana presieduta da Tomas Danilevicius (lo si ricorda da calciatore con le maglie, fra l’altro, di Livorno, Parma, Bologna e Avellino), la Camera di Commercio italo-lituana. Ultimamente “Hope for Football” ha iniziato a collaborare con la Fondazione Rimantas Kaukenas, che si occupa di bambini oncologici.
Quest’anno al consueto gruppo di ragazzi lituani, si sono aggiunti dei giovani ucraini profughi in Italia, con lo scopo di offrire anche a loro dei momenti di svago.
La partita, anticipata dal canto dei rispettivi inni (momento che si è rivelato altamente emozionante), si è disputata a Forni di Sopra sotto la regia del Gruppo Ice-Man, guidato dal presidente Gabriele Camilli, che ha poi provveduto ad organizzare una grigliata di beneficenza.
In precedenza il gruppo di ragazzi stranieri, assieme a quelli fornesi, aveva trascorso una serata in pizzeria per affinare la conoscenza e consolidare i rapporti.
L’obiettivo di Stefano Piciulin è quello di rendere quello del campeggio estivo un appuntamento fisso, coinvolgendo sempre più i soggetti locali (amministrazione comunale, associazioni sportive e di volontariato, Lega Nazionale Dilettanti), anche per organizzare eventualmente tornei internazionali che possano, oltre a perseguire le finalità specifiche dell’associazione, dar lustro alla località dolomitica.