A Chiusaforte una domenica tutta dedicata al poeta Pierluigi Cappello

Proseguono le iniziative a Chiusaforte per ricordare Pierluigi Cappello.

Dopo l’inaugurazione della mostra fotografica permanente di Luca A. d’Agostino presso il Teatro a lui intitolato, domenica 7 agosto e per tutta la giornata si susseguiranno una serie di appuntamenti nell’ambito delprogetto “La parola limpida di Pierluigi Cappello”, curati dal direttore artistico Giuseppe Tirelli, nella città natia del poeta grazie al Comune e all’assessorato alla Cultura della Regione. 
Alle ore 11 solenne liturgia presso la Chiesa San Paolo Apostolo a Raccolana con la partecipazione del coro dell’ Associazione Culturale Le Colone di Castions di Strada e Nicola Tirelli all’organo, Andrea Martinella all’oboe e corno inglese, Emanuela Mattiussi voce solista.
Alle 14, presso il Forte Col Badin (dove si potranno anche degustare specialità del luogo), con la collaborazione della rassegna Estensioni Jazz Club Diffuso della cooperativa SLOU, ci sarà il concerto “Anémos” con Nicola Tirelli alle tastiere, sintetizzatori e live electronics.

Alle ore 18, presso il Teatro, presentazione del tomo “Fissare il Tempo” con l’elegante grafica di Roberto Duse ed interventi del sindaco Fabrizio Fuccaro, Genny Pegoraro e Stefano Cappello. Sull’area esterna adiacente all’ingresso del teatro verrà inoltre installata la scultura che il Circolo Culturale il Faro di​ Reana del Rojale ha donato al Comune di Chiusaforte per omaggiare la figura di Pierluigi Cappello. L’opera, intitolata Altoandino, è stata realizzata dall’artista peruviana Jacqueline Orams in occasione della ventitreesima edizione del simposio di scultura su pietra promosso dal circolo Il Faro sotto la guida del suo presidente, Roberto Cossettini, responsabile organizzativo e artistico della manifestazione. La scheda artistica è stata curata​ da Lucio Tollis.

A seguire “Re-Cordàre” di Ivan Crico, momenti di letture con Vincenzo Della Mea, Fabiola Bertino, Gigi Del Ponte e Antonella Nonino e di musica con il quartetto Domus Musicae, ma anche con la presenza del cantante Jazz  Boris Savoldelli (voce) e di Francesco e Federica Tirelli (chitarra, voce e viola) e il Coro Le Colone.

Gli stessi saranno poi protagonisti della “processione laica” che dal Teatro si concluderà “In Parole e Musica” alla vecchia stazione di Chiusaforte, dove, per il gruppo che da anni organizza eventi nel comun etutto ebbe inizio con Pierluigi nel 2015 con lui stesso protagonista. 

Una giornata sicuramente intensa e particolare per ricordare il poeta di Chiusaforte fra le sue montagne e lo scorrere lento del Fella, dove “il sentiero sale […] e in cima piega a una svolta e non c’è modo di vedere cosa c’è al di là perché tu sei in basso e la salita in alto; ma quello che vedi oltre l’orlo del tracciato è un vuoto di colore, che lontano si fa giallino e più lontano ancora un infinito tutto e una gioia senza direzione”.

Per informazioni contattare il numero 0433 52030.