Zoratti (Confesercenti Fvg): «L’arrivo di Draghi non è un commissariamento»

«L’arrivo dell’ex numero uno della Bce potrebbe sembrare un commissariamento, ma non è così. Il Parlamento non è stato in grado di gestire politicamente la crisi e l’unica alternativa sarebbe il voto, una scelta, però, con eccessivi margini di imprevedibilità. Il contrario di ciò che serve al Paese ora”.
Parole di Marco Zoratti, vicepresidente di Confesercenti Fvg.

“I fondi in arrivo dall’Europa devono essere gestiti con attenzione e una visione strategica del futuro – prosegue Zoratti -. Rappresentano un’importante opportunità per l’Italia. Un’occasione che non è possibile lasciarsi sfuggire. L’autorevolezza e le capacità di Mario Draghi le abbiamo potute testare durante la sua permanenza in Ue, quando ha saputo gestire sfide importanti, con i risultati che tutti conosciamo. E proprio i suoi trascorsi fra i vertici dell’Unione sono un plus da non sottovalutare, certamente saprà instaurare un dialogo collaborativo. L’auspicio – conclude – è che riesca a fare altrettanto anche con i corpi intermedi, come le associazioni di categoria e i sindacati, mettendo in campo, per il bene del Paese, tutto il pragmatismo che da sempre lo contraddistingue».

Commenta con Facebook