Villa Santina, le Botteghe artigiane della Carnia assegnate alla Tessitura Carnica e al panificio Bon Pan

Il Carnia Industrial Park ha completato la procedura per l’assegnazione in locazione delle due unità immobiliari in fase di realizzazione del progetto Botteghe Artigiane della Carnia. L’infrastruttura che nascerà dalla ristrutturazione della storica sede della Tessitura Carnica, a Villa Santina, dopo il devstante incendio del luglio 2020, ospiterà la stessa Tessitura Carnica e il panificio Bon Pan.

Particolare attenzione è stata posta alle caratteristiche e alla natura delle imprese partecipanti: la dimensione, il modello di produzione e di commercializzazione, la storia imprenditoriale, in un progetto ideato in collaborazione con il Museo Carnico delle Arti Popolari “Michele Gortani” di Tolmezzo e con la delegazione locale di Confartigianato, con le quale è stato condiviso una proposta di intervento territoriale per il rilancio dell‘artigianato tradizionale.

Un’unità modulare è stata assegnata con il primo bando, nel febbraio 2023, alla Carnica Arte Tessile. La Tessitura Carnica, storico punto di riferimento dell’artigianato locale, che dal 1964 produce tessuti e biancheria per la casa con trame e decori ispirati alla natura delle montagne della Carnia, seguendo i più autentici criteri artigianali ha continuato a operare nel Comune di Villa Santina, in attesa di ritornare nella storica sede, alla conclusione dell’intervento di ristrutturazione.

Con il secondo bando, che ha ampliato le tipologie di beneficiari per la locazione dell’immobile, l’unità ubicata nell’ala sud dell’edificio, è stata assegnata, all’inizio di aprile, al Panificio Carnico di Chiaruttini Enzo, che dal 2001 produce pane e prodotti di panetteria freschi nel proprio laboratorio di Villa Santina, con il marchio Bon Pan.

Dopo le prime opere di messa in sicurezza dell’area, sono attualmente in fase di completamento le attività di progettazione, l’avvio del cantiere è programmato per il il prossimo mese di giugno.

Le due Botteghe – indipendenti fra loro e dotate di locali produzione e commercio, zona spogliatoio e servizi igienici per il personale e per il pubblico – avranno ciascuna una superficie complessiva di circa 640 mq, di cui circa 130 mq di area espositiva e per la vendita al pubblico dei prodotti realizzati nel laboratorio retrostante.

Oltre al recupero e alla rigenerazione del sito, fra gli obiettivi del progetto, che in futuro potrà interessare anche un’area più ampia e nuove Botteghe Artigiane, sono la salvaguardia dell’identità e della tradizione carnica, ma anche lo sviluppo economico del settore attraverso la tutela e la valorizzazione delle competenze dei maestri artigiani.
Il Consorzio ha inoltre stipulato un accordo con il Comune di Villa Santina per la gestione e lo sviluppo dell’area artigianale e commerciale.