Val Pesarina, il murale di Leonardo Crudi sulla cabina Enel di Pradumbli

Leonardo Crudi, artista autodidatta romano considerato uno tra i principali, interessanti e più innovativi graffitisti del mondo contemporaneo underground italiano, ha completato “Tutto in un giorno”, l’opera site specific inserita nel programma della seconda edizione del Festival FRATTEMPI – Passeggeri del Tempo (www.frattempi.it), con la direzione artistica di Edoardo De Angelis. 

Il Festival Frattempi è un’iniziativa dell’Associazione Culturale CulturArti realizzata in collaborazione con il Comune di Prato Carnico che – grazie al finanziamento della Regione Friuli Venezia Giulia e della Fondazione Friuli – promuove l’incontro tra mondo produttivo, artigianato di qualità e creatività, partendo da una delle cornici più suggestive e ricche di tradizioni dell’Alto Friuli: la Val Pesarina, nota anche come Valle del Tempo, che del Tempo ha fatto una peculiarità storica. Nel corso dell’iniziativa, a confrontarsi in modo inedito con la dimensione Tempo, sono stati artisti e personaggi del mondo della cultura friulani, italiani e sloveni che ci hanno rivelato i segreti del Tempo, proponendo progetti originali sviluppati sul tema artistico “Passeggeri del tempo”.

E proprio su questa specifica tematica, Leonardo Crudi ha pensato e immaginato un’opera particolare che vuole fermare, e consegnare alla memoria fotografica del tempo, lo sguardo stupito e ammirato di tutti i passeggeri, locali e stranieri, che per lavoro o per svago passeranno davanti alla cabina Enel di Pradumbli, e non potranno fare a meno di soffermarsi a guardarla. In quell’istante, in quei secondi, o minuti, la camera fotografica della fantasia scatterà la foto della memoria e del tempo, e la tratterrà per sempre al suo interno. È una trappola per sogni, per pensieri, e diventerà una compagna insostituibile di ogni passante. Così il luogo si trasforma, diventa anche luogo di crescita culturale e di riflessione. 

“Ogni volta che si conclude un Festival, e in questo caso il nostro Festival ispirato e dedicato al tempo, si avverte il timore che tutto passi, che lentamente si perda la memoria degli eventi che abbiamo pensato, sognato, e poi condiviso con il sentimento dei nostri spettatori – commenta Edoardo De Angelis, Direttore Artistico del Festival Frattempi -. Questa volta non è così! Abbiamo infatti chiuso questo capitolo di Frattempi con un evento che rimarrà a testimoniare come l’arte trovi sempre le strade che portano agli occhi e al cuore. Questo murale di Leonardo Crudi non è più un sogno o un pensiero. E’ entrato a far parte di un paesaggio, inserito nel centro di un’armonia tra la natura, la vita e le opere dell’uomo. Sono grato a Crudi, l’artista romano che abbiamo fortemente voluto nella Valle del Tempo, all’amministrazione del Comune di Prato Carnico, all’assessore alla cultura, e all’Associazione Culturale CulturArti, per aver accolto e portato a termine anche questo progetto vincente”

“L’auspicio che questa opera possa diventare la prima di una serie di opere che formeranno una rete d’arte a cielo aperto in Val Pesarina con il coinvolgimento di giovani artisti e writer che potranno portare ciascuno il proprio linguaggio, il proprio talento e la propria creatività trasformando alcune delle infrastrutture esistenti per farle diventare anche elementi di pregio estetico integrate sempre di più nel territorio a esaltarne bellezza e colori”, afferma Gino Capellari, assessore alla cultura del Comune di Prato Carnico.

Gli organizzatori ringraziano e-distribuzione spa per aver concesso lo spazio per poter realizzare l’opera, nell’ambito del progetto che trasforma le cabine elettriche in vere e proprie tele per la Street Art.