Un’ottima Gemonese frena il capolista Chions. Divertente 0-0 per il Tolmezzo

La Gemonese trova una delle migliori partite della stagione cogliendo un punto in casa del Chions, capolista dell’Eccellenza, impresa riuscita in questa stagione solo al Lumignacco.
I giallorossi di Fabio Pittilino si erano portati in vantaggio con Nardi dopo 4′, subendo il pari in contropiede al 19′ con la rete firmata da Urbanetto.
La Gemonese (nella foto) tiene bene, rischia soprattutto quando al 16′ della ripresa Dimas colpisce il palo, ma alla fine il pari è assolutamente meritato.
Proponiamo l’audiocommento di Pittilino.

 

In Promozione Girone B finisce 0-0 la sfida fra il Tolmezzo e l’ISM. Una partita divertente, nonostante l’assenza di reti, con i carnici che hanno tenuto testa alla seconda della classe, restando in piena corsa per i playoff (la squadra di Veritti è ora quarta).
Proponiamo la cronaca della partita tratta dal sito del Tolmezzo e, in coda, l’audiointervista di Massimo Di Centa al capitano carnico Federico Rovere.

TOLMEZZO CARNIA – ISM GRADISCA 0-0

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Daniele Faleschini (35’st Michele Rovere), Gabriele Faleschini, Capellari, Federico Rovere, Davide Fabris, Madi, Stefano Fabris, Migotti (13’st Ajello), Micelli, Zuliani (29’st Polettini). A disposizione Colonna, Nassivera, Ciotola e Cristofoli. Allenatore Ivan Veritti.
ISM GRADISCA: Bon, Savic (37’st Peirano), Fernandez, Kalin, Jazbar, Suligoj, Quattrone, Sirach (24’st Monnels), Sangiovanni, Campanella, Valdiserra (1’st Trusnach). A disposizione Tonon e Coceani. Allenatore Giuliano Zoratti.
ARBITRO: Simone Sfirro di Reggio Emilia.
NOTE: ammoniti Daniele Faleschini, Stefano Fabris e Jazbar. Calci d’angolo 3-5. Recupero 1’-3’.

Ed alla fine arrivò il pareggio. Un pareggio che, visti i risultati della giornata tra battute d’arresto e rinvii, permette all’ISM Gradisca di consolidare il secondo posto in classifica e al Tolmezzo Carnia di non perdere il treno play-off. Chi ha giocato meglio per poter meritare la vittoria? Difficile da dire visto che in campo si sono affrontate due ottime squadre che sanno palleggiare egregiamente e che hanno dato vita ad un piacevolissimo incontro con occasioni sia da una parte che dall’altra. Ma andiamo con ordine. Parte meglio il Tolmezzo e dopo solo 2’ va vicinissimo al vantaggio: bella giocata di Migotti che trova a centro area Zuliani il cui colpo di testa angolatissimo trova la bella risposta di Bon. L’ISM si vede in avanti per la prima volta al 10’ ma l’inzuccata di Sirach è senza pretese. Al 19’ sono gli ospiti a mancare una clamorosa occasione con Sangiovanni che, dopo aver stoppato palla calcia a colpo sicuro ma trova Rovere a respingere sulla linea di porta. Sul seguente tiro dalla bandierina sempre il numero 9 lasciato colpevolmente libero ci prova ma questa volta è Simoncelli a superarsi. Al 31’ la fiammata è dei carnici con Micelli che, servito da Madi, colpisce sporco e la sfera che va ad incocciare il palo a Bon immobile. Il portiere ospite è protagonista al 40’ respingendo in corner il bel destro dalla distanza di Madi.
Nella ripresa viene fuori la stanchezza ed il vento non aiuta di certo ma le due formazioni non si risparmiano. Da una parte il duo Micelli-Madi e dall’altra il solo Sangiovanni a provare il colpo da tre punti. Al 9’ Madi si rende pericolosissimo ma il suo tiro è debole e 2’ dopo il pallone buono ce l’ha Stefano Fabris che non inquadra la porta. Non succede più niente fino alla mezz’ora quando Sangiovanni si libera sul filo del fuorigioco ed, arrivato a tu per tu con Simoncelli, si fa ipnotizzare dall’estremo difensore di casa. La gara piano piano si spegne e arriva nel recupero l’ultimo brivido. A crearlo è Monnels che calcia alle stelle un buon pallone servitogli da Campanella.
Il triplice fischio dell’arbitro sancisce la fine di una partita in cui non c’è stato un migliore o un peggiore in campo ma ci sono stati 22 migliori. Una partita divertente e piacevolissima tra due squadre che, viste questo pomeriggio, non si sono risparmiate nel giocare al calcio e meriterebbero entrambe una categoria superiore. Come d’altro canto sta nella loro storia.

AUDIOINTERVISTA A FEDERICO ROVERE

 

In Prima Categoria Girone B subisce una battuta d’arresto la rincorsa salvezza del Venzone, battuto 3-1 a domicilio dal Lavarian Mortean nonostante l’iniziale vantaggio di Di Domenico. Le ultime due reti ospiti sono state realizzate dopo l’85’. La squadra di Cleto Polonia resta così sola al terzultimo posto.