Ufficializzato il programma eventi 2019 della Riserva naturale regionale del Lago di Cornino

Il 22 aprile, giorno di Pasquetta, si schiuderà la stagione 2019 della Riserva naturale regionale del Lago di Cornino, per dare vita ad una serie di eventi che animeranno il parco e il territorio circostante fino a Natale. Attività didattiche, visite guidate, laboratori naturalistici, giornate tematiche articolano un programma rivolto a studenti, famiglie, appassionati di natura e turisti, presentato stamattina nella sede della Regione a Udine alla presenza dell’assessore regionale alle Risorse agricole e forestali Stefano Zannier, del sindaco Marco Chiapolino e degli amministratori di Forgaria del Friuli, della presidente Ylenia Cristofoli e dell’amministratore Luca Sicuro, della cooperativa Pavees che gestisce la riserva, e del responsabile scientifico del “Progetto Grifone”, Fulvio Genero.

Nel 2018 la riserva ha accolto 20mila visitatori e per il 2019 le visite scolastiche già prenotate coinvolgono oltre 2000 studenti.
L’amministrazione regionale, è stato detto, ha sempre sostenuto questa realtà concedendo non solo il contributo annuale per la gestione ordinaria, ma anche alcuni contributi straordinari che hanno consentito recentemente il rinnovo della sentieristica e della viabilità d’accesso.
La Regione considera la riserva di Cornino un esempio di gestione ottimale che ha saputo mettere a frutto una buona pratica di conciliazione tra attività di studio e conservazione delle specie animali e naturalistiche con lo sviluppo territoriale. Le progettualità, anche turistiche, realizzate attorno a quest’area hanno garantito un ritorno economico e promozionale considerevole, sia per il Comune di Forgaria nel Friuli che per il vicino comune di Trasaghis su cui insiste parte del parco naturalistico.
La Riserva è conosciuta per la presenza dell’unica colonia di grifoni con punto di alimentazione monitorato dell’arco alpino (le più vicine si trovano in Francia e in Serbia). Al grifone, che con i suoi 3 metri di apertura alare è il più grande volatile delle Alpi sarà dedicato l’evento principale, il “Griffonday” del 9 giugno in concomitanza con la “Festa della Trota” e con l’arrivo del Treno Natura, il treno storico che collegherà Treviso a Cornino, incrociando una delle più importanti iniziative promozionali organizzate dalla Regione con il programma dei treni storici lungo la ferrovia turistica Sacile – Gemona.

Gli altri appuntamenti in calendario sono il 22, 25 e 28 aprile con “La Giornata mondiale della terra”; il 14 luglio “La vita in una goccia d’acqua”, passeggiate e attività di vario genere alla scoperta dei segreti di questo prezioso elemento naturale; il 16,17 e 18 agosto, invece, triplica l’appuntamento con la “Notte da gufi per bambini coraggiosi”, estesa su tre giorni e due notti in cui bambini tra 6 e 11 anni potranno soggiornare in tenda nella riserva e scoprire la ricchezza della biodiversità locale.

Si prosegue l’8 settembre, in occasione della giornata internazionale di sensibilizzazione al rispetto degli avvoltoi, con l’evento “Vivi e liberi di volare tra natura e ingegneria”, in collaborazione con il Parco Natura Viva di Bussolengo. In questa occasione sarà presentato il progetto di tutela dei grandi volatili che ha ottenuto il contributo regionale per la divulgazione scientifica. Chiuderanno la stagione “Halloween in riserva. Un pomeriggio da paura”, che si svolgerà nel pomeriggio del 31 ottobre, e la messa di Natale, il 24 dicembre, celebrata sulle sponde del lago