Tre errori al poligono e Lisa Vittozzi chiude 21a la sprint dei Mondiali di biathlon

Tre inusuali errori al poligono, 2 a terra e 1 in piedi, impediscono a Lisa Vittozzi di lottare per le primissime posizioni nella 7.5 km sprint dei Mondiali di biathlon di Oestersund, in Svezia.

La sappadina, al via con il pettorale giallorosso di leader sia della classifica generale che di quella di specialità, si è piazzata 21a a 1’01” la vincitrice, la slovacca Kuzmina (1 errore), che effettua un bel balzo in avanti in CdM e supera Lisa nella classifica di specialità. Alle sue spalle a 9″7 la norvegese Tandrevold e a 12″6 la tedesca Dahlmeier, entrambe perfette al tiro. Dorothea Wierer, autrice di due errori, si è piazzata decima a 33″, risultato che le consente di riconquistare la vetta della classifica generale. Questa la situazione: Wierer 737, Vittozzi 733, Kuzmina 680, Roeiseland 656. Ricordiamo che al termine della CdM mancano sei prove.
Nella sprint Kuzmina 311, Vittozzi 309, Wierer 300, Roeiseland 288, Makarainen 271.

“Ci ho provato, non pensavo di sbagliare due colpi a terra, chiederò cosa non è andato bene e cercherò di darmi delle risposte per la prossima gara – dice Lisa -. Sono un po’ delusa, ma ci sono tante gare in cui posso far bene, cancelliamo quello che è successo oggi e ripartiamo da domenica”.

Domenica alle 13.45 la 10 km ad inseguimento, con Lisa chiamata ad una non facile rimonta.