Tre anni dopo ritorna la kermesse “Gemona, formaggio… e dintorni”

Dopo due anni di stop a causa della pandemia, ritorna dall’11 al 13 novembre la ventunesima edizione di “Gemona, formaggio… e dintorni”, manifestazione enogastronomica creata dalla pro loco Pro Glemona e dal Comune agli albori del terzo millennio con lo scopo dichiarato di non disperdere e, anzi, promuovere e valorizzare, la secolare esperienza delle locali latterie turnarie.
Con il passare del tempo questa festa ha poi acquisito una dimensione sempre più importante nel panorama regionale, anche grazie alla partecipazione attiva della Coldiretti, dell’Ecomuseo delle Acque del Gemonese, di Slow Food e dell’Associazione Allevatori del Friuli Venezia Giulia.

Il programma dell’edizione 2022 riprende in pratica da dove ci si era lasciati, tre anni fa, all’insegna innanzitutto del ritorno alla normalità.
“Gemona, formaggio… e dintorni” inizierà venerdì 11, alle ore 13, con l’apertura della mostra mercato dei produttori lattiero-caseari e delle tipicità regionali. Nel pomeriggio, alle ore 18, entreranno in funzione gli stand enogastronomici, con la presenza, tra gli altri, di un gruppo proveniente da Colfiorito, che porterà le specialità del territorio, mentre alle 18.30 avrà luogo l’inaugurazione ufficiale presso la loggia del Municipio, con il tradizionale taglio della prima forma di formaggio e il buffet. Il programma della manifestazione proporrà appuntamenti musicali e intrattenimento comico nel tendone di piazza del Ferro e ancora musica negli stand delle borgate di Campagnola e Taboga.

Segnaliamo inoltre le dimostrazioni di caseificazione in piazza del Ferro, la visita guidata alla latteria turnaria di Campolessi (nella mattinata di sabato 12, su prenotazione al 338.7187227), le degustazioni guidate, la pesca di beneficenza “formaggiosa”, il mercato di Campagna Amica, la Festa del Ringraziamento domenica 13 a cura della locale sezione della Coldiretti con l’esposizione dei trattori e la sfilata lungo le vie del centro storico di Gemona, il concorso a premi “L’oggetto misterioso”. E ancora la Mostra fotografica “Lat cence confins. Il modello turnario nell’arco alpino” di Graziano Soravito a cura dell’Ecomuseo delle Acque presso palazzo Elti, la mostra micologica a cura del Gruppo Micologico Gemonese e l’esposizione a cura della Riserva di Caccia di Gemona presso la loggia del Municipio.

Ma ci sarà tanto, tanto, altro e come sempre non mancheranno le iniziative per i bambini.

Nelle giornate di sabato 12 e domenica 13 funzionerà un servizio gratuito di bus navetta con partenza dal piazzale della stazione dei treni.

La giornata di domenica 13 sarà seguita integralmente da Radio Studio Nord con la musica e l’animazione in diretta radio a cura di Paolo De Contis e Pietro Berti.

Il programma completo è consultabile sul sito www.festaformaggiogemona.it.