Tondo: «Il lockdown fino al 3 maggio avrà effetti devastanti sul tessuto imprenditoriale»

“Concordo pienamente con la presidente di Confindustria Udine Anna Mareschi Danieli: il lockdown fino al 3 maggio senza un minimo di prospettiva di riapertura per le attività produttive avrà effetti devastanti sul nostro tessuto imprenditoriale”. A dirlo è il parlamentare carnco Renzo Tondo, presidente di Autonomia Responsabile.

“Non condivido la posizione del governo Conte – aggiunge Tondo -. Manca il coraggio che la politica dovrebbe avere nei momenti difficili. Non si è voluto aprire neppure uno spiraglio di valutazione differenziata da zona a zona, da settore produttivo in settore, da peculiarità di certe tipologie di azienda all’altra. Si sarebbe potuto e si potrebbe ancora attivare un confronto per addivenire a scelte differenziate nelle varie situazioni produttive che vanno dal singolo artigiano monocellulare al grande stabilimento, e invece si sceglie la strada più comoda. Quella di un generico “tutti a casa… tutto chiuso”. Lo considero – conclude Tondo – un errore che produrrà effetti di forte tensione sociale perché presto, senza il lavoro, i frigoriferi di casa rimarranno vuoti.  Lo dirò giovedì nel corso del mio intervento alla Camera”.

Commenta con Facebook