Tolmezzo, Giuseppe Mareschi nuovo presidente del Coralp

Il Consorzio CORALP, consorzio per gli studi universitari e la formazione avanzata nel Friuli Montano e nell’arco alpino orientale con sede a Tolmezzo, ha un nuovo presidente, ovvero Giuseppe Mareschi.

Il Consorzio, istituito nel 2005 grazie a Mauro Saro, componente del Centro di studio e ricerca universitaria in Carnia oltre che presidente del consorzio, è attualmente partecipato dal Centro stesso, dall’Università degli Studi di Udine, dall’UTI della Carnia e dal Comune di Tolmezzo.

Nasce con l’intento di favorire e sviluppare l’insediamento di un polo di studi universitari e formazione nella montagna friulana, nonché concorre al coordinamento e alla realizzazione di iniziative e progetti di formazione universitaria avanzata nati su questi territori.

Tanti i percorsi formativi e le iniziative promosse dal CORALP nel corso degli anni: il master universitario di 1° livello in “Sistemi Informativi Territoriali”, il corso di specializzazione sulle energie rinnovabili e certificazione energetica per geometri e periti (Energyma), l’assegnazione di borse di studio nel settore infermieristico, con tesi di laurea riguardanti l’analisi dei servizi dell’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 3 al fine di migliorarli, corsi di formazione Tutor con la Facoltà di Infermieristica dell’Università di Udine. Tutte queste proposte hanno visto, complessivamente, la partecipazione di 250 persone.

Con la morte di Mauro Saro, Lino Not (già vicepresidente del consorzio) ne ha assunto le veci, occupandosi degli aspetti amministrativi e gestionali assieme agli altri soci.

In attesa di definire le nuove attività del CORALP, all’inizio del 2018 è stato promosso un incontro allargato a numerosi soggetti presenti sul territorio: rappresentanti di imprese, scuole, sindacati. Considerato l’interesse condiviso a proseguire con i lavori anche alla luce dei risultati ottenuti negli anni, l’Assemblea del CORALP, ringraziato Lino Not per il lavoro svolto, nominando il nuovo presidente.

A lui spetterà ora proporre una nuova gestione del consorzio stesso, che non potrà prescindere dal coinvolgimento di altri soggetti territoriali al di fuori della Carnia, ma anche proseguire con l’affermazione del CORALP quale importante istituzione di riferimento per l’alta formazione montana.

Commenta con Facebook