La terra continua a tremare in Carnia

Scossa di terremoto di magnitudo 3.8 alle ore 9.16 di oggi.

L’epicentro è stato localizzato nella zona fra Forni di Sopra e Forni di Sotto, ma è stata sentita in una zona piuttosto ampia, compresi Cadore, Pordenonese e Collinare.

Una seconda scossa nella stessa zona, di magnitudo 1.1, si è verificata alle 9.37, una terza di magnitudo 2.4 alle 9.47, una quarta di 1.5 alle 9.55, una quinta alle 10.14 di 1.2.

Inoltre alle 15.36 c’è stata un’altra scossa di magnitudo 2.9, seguita alle 15.40 da un’altra di 2.6.

Alle 16.53 ancora una forte scossa, magnitudo 3.7.  Successivamente ne sono arrivate altre tre da 1.1, 1.4, 2.1 e 2.9. Complessivamente al momento le scosse sono state 14.

Non ci sono segnalazioni di danni a persone o cose, solo tanto spavento.

La profondità epicentrale della scossa principale, a seguito delle verifiche effettuate dai tecnici dell’OGS-CRS per la Protezione civile della Regione, è stata calcolata a 12 km di profondità.
Come da prassi, il sistema di localizzazione preliminare automatica dell’evento ha inviato un minuto dopo la scossa, le mail di notifica a tutti i soggetti del Sistema regionale integrato di protezione e agli organi di informazione per una più rapida diffusione delle informazioni verso i cittadini.

La centrale unica di risposta NUE 112 e la Sala operativa regionale presso la Centrale operativa della Protezione civile a Palmanova hanno risposto a numerose richieste di informazioni.
Il livello più basso di attivazione per il sistema di protezione (Livello di attivazione A) stimato inizialmente per 36 comuni della Carnia e dell’area delle Prealpi Carniche fino alla pedemontana Pordenonese viene al momento confermato dai dati provenienti di volontari dei Gruppi comunali di protezione civile attraverso le schede di segnalazione del risentimento sismico sul territorio che evidenziano in giallo le aree della regione nelle quali il terremoto è stato avvertito dalla maggior parte delle persone anche ai piani terra degli edifici.

La Sala operativa regionale non ha inoltre ricevuto informazioni di danni da parte dei Comuni e dei Comandi provinciali dei Vigili del Fuoco di Udine e Pordenone.

(immagine tratta dal sito del Centro di Ricerche Sismologiche dell’OGS)

2 pensieri riguardo “La terra continua a tremare in Carnia

  • 25 Febbraio 2018 in 11:36
    Permalink

    Sentite bene 2 scosse anche a spilimbergo

  • 25 Febbraio 2018 in 15:46
    Permalink

    A Tolmezzo poco se non per niente percepita.

I commenti sono chiusi.