Solo 13 strutture regionali hanno aderito al voucher TurestaFvg

“Il voucher TurestaFvg non decolla e dalla Regione traspare una strategia turistica ancora troppo poco incisiva, non capace di portare visitatori da fuori. Così manca il necessario sostegno al comparto e ai molti operatori in difficoltà”.

Lo afferma, in una nota, il consigliere regionale Franco Iacop (Pd) commentando la situazione del comparto turistico in Friuli Venezia Giulia. “Nei giorni scorsi, complice il ponte del 2 giugno, abbiamo assistito a una vera a propria esplosione della mobilità vacanziera interna al Paese, con stime che segnavano nove milioni di turisti in movimento fra le regioni italiane, situazione che si è confermata anche in questo fine settimana con molte località praticamente al completo” afferma Iacop.

“Rimane però la netta preoccupazione che il nostro andamento turistico non venga governato in chiave prospettica e si poggi solo sul naturale effetto elastico che ha investito tutte le regioni italiani e le non trascurabili condizioni meteorologiche favorevoli”, continua il consigliere.

“A oggi, 7 giugno – rende noto l’esponente dem – le strutture ricettive regionali che avevano aderito al voucher TurestaFVG sono solo 13, un dato per niente lusinghiero e che testimonia, anche da parte degli operatori, una forte perplessità rispetto a questo strumento promozionale solo rivolto al mercato regionale, con efficacia quindi solo parziale e con un sistema di registrazione che appare macchinoso e poco immediato”.

“Il vero tema è potenziare le azioni promozionali regionali sul mercato nazionale per consolidare questi primi segnali positivi ed evitare una futura penalizzazione a causa delle aggressive campagne comunicative delle altre regioni italiane”.

Commenta con Facebook