Snaidero, intesa Idea-banche in alternativa a cessione del gruppo di Majano ai cinesi

Il fondo IDeA corporate credit recovery di De Agostini, gestito da Idea Capital Found sgr, avrebbe trovato un accordo con le banche creditrici – Unicredit, Mediocredito (Intesa Sanpaolo), Mps, Banco Bpm e Bnl – per acquisire al 65 per cento del valore nominale il debito della Snaidero di Majano, che ammonta a circa 25 milioni di euro.

Lo riporta il quotidiano friulano Messaggero Veneto oggi in edicola citando una nota dell’agenzia di stampa britannica Reuters sulle cordate interessate a entrare in società con la famiglia Snaidero. IDeA sarebbe una alternativa a industriale cinese, sviluppatore immobiliare, interessato a entrare in Snaidero e a scalarla fino a far suo il 90 per cento della società (lasciando il 10 per cento alla famiglia) e che prevederebbe il rimborso del debito a lungo temine al 45 per cento del valore nominale e l’ acquisto delle linee a breve termine per 8 milioni. Secondo la Reuter, “ai cinesi è stato concesso un periodo di esclusiva fino al 21 gennaio” ma l’ accordo del fondo di De Agostini con le banche potrebbe cambiare gli equilibri.

L’investitore orientale produrrebbe 20.000 cucine destinate alle abitazioni in costruzione per opere dello stesso sviluppatore immobiliare. La Snaidero occupa oltre 400 dipendenti a Majano.