Si è spento a 85 anni Andrea Pittini, storico capitano d’industria del Friuli

Si è spento oggi all’età di 85 anni il cavalier Andrea Pittini, storico Capitano d’Industria del Friuli. Era ricoverato all’Ospedale di Udine.

andrea_pittini-2Andrea Pittini era nato a Gemona del Friuli nel 1930, terra alla quale è sempre rimasto legatissimo e che grazie alle sue iniziative industriali, in particolare nel tremendo dopo terremoto, ha ricevuto posti di lavoro e benessere. Pittini ha cominciato l’attività già dopo la seconda guerra mondiale nel settore delle demolizioni e del recupero di materiali ferrosi poi allargato alla trafilatura con la produzione del traliccio elettrosaldato. Il suo massimo impegno fu espresso nel dopo-sisma per rimediare a problemi rilevantissimi e per non fermare un processo di industrializzazione messo gravemente in crisi dai danni causati nelle aziende.

Andrea Pittini, quale riconoscimento dei meriti imprenditoriali, ha ricevuto nel 1979 l’onorificenza di cavaliere del lavoro. Nell’Associazione Industriali ha affiancato Gianni Cogolo come Vicepresidente e nel febbraio 1984 gli è succeduto alla presidenza. “Pittini ha spinto soprattutto l’Associazione all’espansione dell’export dei prodotti friulani, impegnandosi altresì in una strenua difesa delle aziende sane che hanno attraversato periodi di temporanea crisi” ricorda nella biografia Confindustria.

Nel maggio scorso, assieme a Fantoni e Burgi, aveva ricevuto dal comune di Gemona del Friuli il tallero d’Argento in occasione delle cerimonie per il 40^ del Terremoto del Friuli.

IN AGGIORNAMENTO

Commenta con Facebook