Si frattura la caviglia arrampicando sul Canin, interviene l’elisoccorso

Alle 12.30 è scattato un intervento della stazione del Soccorso Alpino di Cave del Predil, assieme alla Guardia di Finanza di Sella Nevea e all’elisocccorso regionale, su chiamata al Nue112 di un cittadino austriaco.

L’uomo si è procurato una frattura alla caviglia mentre arrampicava nella nuova falesia attrezzata sulle pareti del Col Lopic, nel gruppo del Monte Canin, a quota 1600 metri di altitudine. La falesia è raggiungibile tramite il sentiero 637 da Sella Nevea e, considerata la distanza da percorrere a piedi, la Sores ha provveduto a inviare l’elisoccorso regionale in suo aiuto. L’uomo era assieme ad una compagna di arrampicata. L’equipe medica è stata calata sul posto con una verricellata di ottanta metri e, dopo la visita del medico all’infortunato, ha provveduto ad imbarcarlo. Con una seconda rotazione l’elicottero è andato a prendere anche la donna. Entrambi sono stati portati a Sella Nevea dove i due hanno deciso di rientrare in Austria autonomamente per recarsi in ospedale a bordo della propria auto.