Senza esito anche la terza giornata di ricerche dell’escursionista disperso

Anche oggi sono proseguite senza sosta le ricerche dell’escursionista disperso da sabato 25 giugno, Gianpaolo Baggio, da una trentina di tecnici di tutte le forze impegnate: Soccorso Alpino, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza, Carabinieri.
La ferrata Palma è stata nuovamente esplorata in tutta la sua parte alta controllando le possibili linee di caduta e i canali sottostanti palmo a palmo. Sul sentiero del rientro con segnavia 725, e anche qui sulla zone più scoscese e fuori traccia, si sono mosse nuovamente le Unità Cinofile, cinque in tutto: due del Soccorso Alpino, due dei Vigili del Fuoco, una della Guardia di Finanza.
Domani alle sette del mattino si riprenderà con altrettante risorse a partire dai canali presenti nella parte bassa del sentiero di rientro, dove è stata agganciata per l’ultima volta la cella telefonica, anche se occorre tener conto del fatto che questo dato è poco significativo essendo l’area del Matajur poco coperta. I soccorritori hanno inoltre chiesto agli omologhi della Slovenia di fare delle perlustrazioni anche sul loro versante per non escludere alcuna possibilità.