Sconto carburanti, la Regione Fvg vuole prorogarli fino al 2023

“Con il cosiddetto ‘mini assestamento’ di bilancio la Regione investe complessivamente un milione di euro per la tutela ambientale prevedendo, tra i vari interventi, azioni di manutenzione dei corsi d’acqua a rischio idrogeologico e lo scorrimento delle graduatorie per la rottamazione dei veicoli obsoleti”.

Lo ha confermato l’assessore regionale alla Difesa dell’ambiente, all’energia e sviluppo sostenibile Fabio Scoccimarro durante l’illustrazione nell’ambito della IV Commissione consiliare del disegno di legge numero 111/2020 inerente “Misure finanziarie intersettoriali”, ovvero il “mini assestamento” di bilancio del valore di 87 milioni di euro complessivi già approvato dalla Giunta regionale.

Scoccimarro ha ribadito che “l’emergenza sanitaria da Covid-19 ha drenato tutte le risorse nazionali e regionali, ma la Giunta vuole garantire i contributi alla rottamazione di mezzi più vecchi di 7 anni, fortemente richiesti dai cittadini per l’acquisto di auto ecologiche di nuova generazione (ibride ed elettriche). Abbiamo quindi predisposto un provvedimento che proroga la durata della graduatoria vigente da 2 a 5 anni, così da poter reperire i fondi per evadere le domande già approvate”.

In merito alle domande inevase, per un valore di 7 milioni di euro, l’assessore ha confermato che “con questo assestamento bis verranno saldate le domande relative al 2019 e le prime del 2020, oltre ai 2,6 milioni di euro già inseriti nel bilancio triennale”.

Sempre in tema di mobilità, l’assessore Scoccimarro ha ribadito la volontà della Giunta di “prorogare per 2 anni, quindi fino al 2023, lo sconto regionale sui carburanti per le auto anche da euro 0 a euro 4, che sarebbero state escluse secondo la legge vigente, per un duplice motivo: in questo modo sosteniamo 200mila famiglie che subirebbero un aggravio dei costi per il trasporto, ma anche eviteremo “il turismo del pieno” che oltre a danneggiare le finanze nazionali e regionali, crea inquinamento inutile, dato che questi mezzi di certo non smetterebbero di circolare”.

Infine, l’esponente della Giunta ha sottolineato i 330mila euro stanziati “per coprire le restati 8 domande dei Comuni per finanziare gli interventi di manutenzione ordinaria dei corsi d’acqua di classe 5, così da evadere tutte le 54 richieste per un totale di 1.760.000 euro nel 2020”.

Commenta con Facebook