Sappada si prepara ai Giochi nazionali invernali Special Olympics

La sala Ajace di Palazzo D’Aronco, sede del Comune di Udine, ha  ospitato la conferenza stampa di presentazione dei XXXIV Giochi Nazionali Invernali Special Olympics Sappada 2022. Dopo il successo dell’edizione 2020, dal 14 al 18 dicembre oltre 300 atleti da 34 team si cimenteranno nella corsa con le racchette da neve e nello sci di fondo. L’evento, organizzato da Special Olympics Italia e Team FVG e sostenuto da Intesa San Paolo,  ha come obiettivo, ha affermato il Direttore Regionale FVG Special Olympics, Giuliano Clinori,  quello di rendere protagonisti tutti i partecipanti, senza alimentare rivalità, sconfitte, tensioni ed  agonismo esasperato ma cercando di creare un’atmosfera ed un ambiente in cui le competizioni  conservano la gioia e la serenità del gioco. In Friuli Venezia Giulia, ha proseguito Clinori, c’è un  bellissimo movimento con tanti volontari che seguono con passione i nostri atleti in tutte le  iniziative a cui partecipano. Come in tutte le edizioni precedenti è stato effettuato un grande  lavoro di coinvolgimento delle scuole presenti sul territorio che parteciperanno ai Giochi per tifare  gli atleti e supportare l’organizzazione in un clima di sport partecipativo. 

Stimolare gli atleti nel credere in loro stessi e favorire il loro percorso di autonomia personale.  Questa è la mission dei Giochi Special Olympics come ribadito da Giampiero Casale (ufficio  stampa Special Olympics Italia). La nostra realtà è il programma internazionale più diffuso al  mondo di allenamenti e competizioni atletiche per persone con disabilità intellettiva e, i Giochi  Nazionali Invernali sono un’ottima occasione per promuovere la partecipazione attiva di tutti  nella società attraverso lo sport. 

L’Assessore allo sport del Comune di Udine, Antonio Falcone ha voluto ringraziare gli  organizzatori, i ragazzi, i volontari e le istituzioni sportive e civili coinvolte nell’evento di Sappada,  ricordando che la città di Udine è concretamente intenzionata a sviluppare e migliorare  l’impiantistica sportiva, ponendo molta attenzione a tutte le categorie, incluso il settore della  disabilità. Lo sport dev’essere di tutti e per tutti e iniziative come gli Special Olympics 2022 sono  un concreto e nobile esempio di socializzazione e coinvolgimento personale attraverso lo sport,  ha concluso Falcone.  

Per Gianluca Stevanato (Direttore Area Terzo Settore Veneto Est e FVG) di Intesa San Paolo,  l’appuntamento a Sappada degli Special Olympics sarà per la comunità montana del Friuli  Venezia Giulia un’occasione di coinvolgimento e arricchimento nei valori dello sport a partire  dall’inclusione. A supporto degli atleti scenderanno in campo anche i colleghi Intesa Sanpaolo  come segno di partecipazione e forte impegno sociale della Banca per una crescita sostenibile e  inclusiva del territorio. 

Il presidente del CONI Friuli Venezia Giulia, Giorgio Brandolin, ha ricordato come i Giochi  Nazionali Invernali Special Olympics, rappresentano anche una risorsa per il territorio che li  ospita, favorendo, attraverso la conoscenza, il superamento di fenomeni, ancora diffusi, quali  emarginazione, indifferenza e bullismo. Personalmente è da 40 anni, ha continuato Brandolin,  che mi occupo di inclusione e posso affermare che le nostre società sportive, i nostri dirigenti, i  nostri volontari, i nostri tecnici sono fondamentali per garantire anche ai più deboli uno spazio  adeguato e una comunità dove tutti si sentono partecipi. Ciò è possibile grazie anche al sostegno  continuo della Regione Friuli Venezia Giulia e del supporto delle amministrazioni locali senza  dimenticare lo stesso CONI regionale che ha messo a disposizione importanti risorse per tutto il  movimento sportivo del territorio. I Giochi Nazionali Invernali Special Olympics di Sappada 2022  saranno una grande festa dove tutti ci sentiremo parte di un’unica comunità come è stato nel  2020.

Alla presentazione, a cui erano presenti alcuni studenti del Volta di Udine e degli atleti dell’ASD  “Oltre lo Sport” e “Fai Sport”, è intervenuto il campione olimpico di sci di fondo, Silvio Fauner che, in rappresentanza della località di Sappada, ha espresso la sua felicità di poter aprire la  stagione con un evento così simbolico e nobile come i Giochi Nazionali Invernali Special Olympics.  Ricordo con tanto piacere l’edizione del 2020 in cui, tutti noi, abbiamo vissuto dei momenti di  vera e spontanea partecipazione, tra sport, divertimento, socializzazione e entusiasmo. Sappada  non vede l’ora di accogliervi il 15 dicembre per rivivere queste sensazioni.  

Anche il Presidente di Sport e Salute, Vito Cozzoli, ha voluto inviare un videomessaggio di  augurio agli organizzatori e partecipanti ai Giochi di Sappada 2022, ricordando i valori positivi  che questa iniziativa promuove a livello nazionale (alla conferenza stampa Sport e Salute era  rappresentata dalla Segretaria Regionale FVG, Erika Dessabo). 

Gli atleti Erik Marchetti (originario di Tolmezzo) e Matteo Giomo (Biancade, Treviso) hanno  voluto portare i loro saluti a tutti i partecipanti all’evento. Per ambedue, veterani degli Special  Olympics, queste iniziative possono veramente dare una svolta alla propria vita, in senso  positivo. Questo è successo a loro due che hanno vissuto esperienze di vita e sport in Italia e  all’estero indimenticabili. Una crescita personale e una consapevolezza di potercela fare,  conquistando il proprio ruolo attivo nella società, trovando un lavoro e continuando ad amare lo  sport.  

Anche in questa edizione la Regione Friuli Venezia Giulia sarà attraversata dal “Viaggio della  Torcia”, simbolo olimpico per eccellenza. La fiamma partirà da Piazza Libertà a Udine, il 12  dicembre (ore 10:00). Il 13 a Tolmezzo, da Piazza XX Settembre, i tedofori dell’ASD Esclamative  e dell’ASD GM – GS Aquile Friulane inizieranno il percorso che li porterà ad Ovaro (arrivo previsto  alle ore 12:00). La Torcia è attesa a Sappada il 15 dicembre, alle ore 15:00.  

Il “Torch Run” e il messaggio che porta con sé, assume, ancor prima dell’inizio dei Giochi, un  valore fondamentale, quello della coesione e dell’inclusione in grado di coinvolgere, come parte  attiva, istituzioni, scuole, famiglie e cittadini.  

A Sappada sono attesi, oltre agli atleti, anche tecnici, accompagnatori e familiari provenienti da  tutto il Paese che saranno accolti e assistiti da molti volontari. I Giochi torneranno poi dal 12 al  16 marzo 2023 a Bardonecchia, per le discipline di sci alpino, snowboard e, per la prima volta,  la danza sportiva. 

Tutte le informazioni sono disponibili su www.specialolympics.it.