“Il diaul e l’aghe sante”: a Venzone il ricordo di Felix Marchi e don Marchetti

Un prete e un anarchico: don Giuseppe Marchetti e Felix Marchi, i fondatori de “La Patrie dal Friûl”, erano quanto di più diverso si potesse immaginare, “il diavolo e l’acqua santa”. Proprio per questo la testata che hanno fondato nel 1946, e che resta la più longeva pubblicazione in friulano, ha voluto chiamare “Il diaul e l’aghe sante” l’incontro di ricordo e approfondimento culturale su queste due figure che ha organizzato per domenica 11 dicembre a Venzone in collaborazione con Glesie Furlane.
L’incontro, che si svolgerà alle 15.30 a Palazzo Orgnani-Martina in via Mistruzzi 4, avrà per protagonisti Donato Toffoli, che ha studiato a fondo le biografie dei due autori e in particolare è stato tra i pochi studiosi a dedicare una ricerca specifica a Felix Marchi, uomo di punta del pensiero nazionalitario friulano, e Andrea Valcic, presidente della Clape di Culture che edita “La Patrie dal Friûl”. Il dialogo tra i due ricalcherà le impostazioni di Marchi e Marchetti e mostrerà le differenze abissali che esistevano tra i due, ma anche la profonda sintonia che nel secondo dopoguerra li spinse a collaborare per dar vita a un organo di stampa che doveva dare voce ai friulani che inseguivano un sogno, quello di tornare ad autodeterminarsi come avevano fatto a lungo nella loro storia.