Ritorna a Tolmezzo il progetto sociale per disoccupati “Scintilla e Mattone”

Lunedì 12 febbraio a Tolmezzo verrà presentata la terza annualità del progetto sociale “Scintilla e Mattone” ideato dall’Istituto Gestalt Trieste per aiutare i cittadini ad inserirsi/reinserirsi nel mondo del lavoro.
La nuova realtà economico-sociale chiede auto imprenditorialità, creatività, innovazione, tutte qualità che si possono sviluppare imparando nuovi strumenti e modalità di scambio sociale.
Con questa premessa è nato “Scintilla e Mattone”, un progetto finanziato da privati, sostenuto dalle Amministrazioni locali, fra cui il Comune di Tolmezzo, e attuato in due regioni italiane (Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige).
Il progetto è gratuito per i disoccupati, ai quali si chiede però l’impegno a una partecipazione continuativa e seria, condizione essenziale per ottenere risultati.
“Scintilla e Mattone” prevede la realizzazione di gruppi di auto-mutuo aiuto per allenare i disoccupati (sotto-occupati, giovani in cerca del primo impiego, donne che vogliono reinserirsi nel mercato) a cercare lavoro.
I gruppi seguono il modello del Gestalt Empowerment ideato dal dottor Paolo Baiocchi e vengono guidati da facilitatori qualificati e formati dall’IGT (psicoterapeuti e counsellor). Durano circa tre mesi e prevedono un incontro settimanale; tra un incontro e l’altro i partecipanti applicano quanto imparato nel gruppo ricercando attivamente lavoro, aiutandosi l’uno con l’altro e scambiandosi reciprocamente conoscenze e risorse.
Parte del progetto è la realizzazione di una ricerca scientifica, volta a dimostrarne l’efficacia su due livelli: il concreto reperimento di un lavoro e il miglioramento generale dello stato psico-emotivo.
Cercare lavoro è un lavoro, un’arte… E nulla va lasciato al caso. Bisogna avere una mentalità propositiva e vincente e sviluppare una serie di “competenze trasversali”, oltre alle necessarie (ma non sufficienti) competenze tecniche, moltiplicando cosi le possibilità di ottenere risultati. Stiamo parlando di comunicazione e abilità relazionali, problem solving, gestione delle emozioni, sviluppo della volontà, gestione dei fallimenti (inevitabili quando si cerca lavoro).
L’Istituto Gestalt Trieste – che annovera al suo interno una scuola di psicoterapia, una di counselling e molteplici corsi di crescita personale e professionale – con “Scintilla e Mattone” ha voluto mettere a disposizione della comunità il proprio know how, in forma concentrata e semplificata.
Il progetto quest’anno si sviluppa su sei sedi: Trieste, Udine, Tolmezzo, Gorizia, Pordenone, Trento.

Alcuni numeri testimoniano l’attività del progetto nelle due annualità precedenti nelle sedi coinvolte (2016/2017):
– 61 GRUPPI REALIZZATI
– 750 PERSONE COINVOLTE
– 470 PERSONE CHE HANNO PORTATO A TERMINE IL PERCORSO
– 35 FACILITATORI COINVOLTI
– % DISOCCUPAZIONE A FINE PERCORSO (al termine dei tre mesi di attività): – 28% (quasi il 30% dei partecipanti ai gruppi ha trovato lavoro DURANTE il percorso)

A Tolmezzo il progetto verrà presentato lunedì 12 febbraio alle 17.30 in Piazza Garibaldi, 11.
Ingresso libero, prenotazione obbligatoria inviando una mail a adelecraighero@gmail.com o chiamando il numero 334 3337008).

Informazioni anche nel sito www.scintillaemattone.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *