Ritorna a Stolvizza di Resia la giornata dedicata all’ambiente

Significativa iniziativa di tanti resiani i quali, organizzati dalle Associazioni di Stolvizza, al motto “Pulito… è più bello”, celebreranno sabato 27 giugno la ventunesima giornata dedicata all’ambiente procedendo alla ripulitura delle vie di Stolvizza, al taglio delle erbe nelle zone comuni e bonificando alcune aree particolarmente degradate. 

Di primo mattino tutti i paesani, “armati” di buona volontà e di tutti gli attrezzi necessari, effettueranno un certosino e radicale intervento ecologico per riportare l’ambiente interessato allo splendore che merita. L’iniziativa viene effettuata anche in vista degli appuntamenti estivi programmati ma soprattutto per rendere accogliente il paese ai tanti immigrati che rientrano in estate a Stolvizza e agli escursionisti che, in particolare nei fine settimane, frequentano i sentieri intorno al paese. 

Del resto i volontari della Valle da tempo si stanno impegnando all’interno del progetto “Io amo Resia con i fatti”, un movimento sostenuto da tanta gente ed attività commerciali, stilando un programma per operare sul versante ambientale in tutte le frazioni. Fra l’altro è già stato effettuato un gran lavoro da ben 45 volontari sul tratto stradale Stolvizza-Coritis, senza dimenticare gli interventi a Oseacco e a S. Giorgio (che ha coinvolto tutto il paese e le sue attività commerciali).
Al termine della giornata di sabato 27, presso la sede del locale gruppo Alpini “Sella Buia”, ci sarà un ristoro con tanto di pastasciutta quale segno di ringraziamento per tutti i partecipanti che hanno dato una giornata del loro tempo libero al servizio di tutta la comunità della Val Resia. Il programma ambientale della Valle prevede ancora altri momenti lavorativi, che si chiuderanno sabato 18 luglio con l’appuntamento al Calvario.  

L’iniziativa, viene organizzata dalle cinque associazioni di Stolvizza, ovvero CAMA associazione Arrotini, A.N.A. gruppo Sella Buia, Museo della Gente della Val Resia, Circolo Culturale Rozajanski dum e Associazione Vivistolvizza, quest’ultima capofila. “Una giornata utile anche per fare il punto sullo stato di salute ambientale del Borgo – dicono i promotori –. Dalla raccolta differenziata già in atto da qualche anno ma non sempre effettuata correttamente, al grave problema dell’aumento della vegetazione nei pressi del paese che, in caso di incendi, metterebbe a repentaglio le abitazioni. Tutti problemi non rinviabili in un ambiente straordinario impreziosito dall’attività svolta dal Parco Naturale Regionale delle Prealpi Giulie. che con le sue iniziative promuove, oltre che tutela, questo angolo naturale dell’Alto Friuli”.

Dagli organizzatori, infine, un messaggio ai turisti: “Rispettate l’ambiente e soprattutto frequentate i locali della Valle, farete bene all’economia e allo sviluppo di una montagna che ha sempre più necessità di concreti sostegni”.

Commenta con Facebook