Risolti nel pomeriggio i soccorsi in quota tra Paularo e il Matajur

Risolti i due interventi in corso nel pomeriggio in comune di Paularo e sul Monte Matajur a cui hanno preso parte le stazioni di Forni Avoltri e Udine – Gemona del Soccorso Alpino e Speleologico FVG.

L’uomo infortunatosi a quota 1500 metri nei pressi di Malga Valbertat Alta, in comune di Paularo, un trentacinquenne di Meduno – A. (nome) B. (cognome) le iniziali – si è procurato una ferita da taglio al ginocchio a causa della perdita di uno sci, sganciatosi dall’attacco. Lo sciatore, che cadendo ha impattato con il ginocchio su una roccia non riuscendo più a proseguire, è stato recuperato dall’elisoccorso appena in tempo, prima che la quota delle nubi si abbassasse chiudendo del tutto la visibilità, poco prima delle 16. La persona che era assieme a lui, anch’essa con gli sci, è stata raggiunta a casera Ramaz dalle squadre di terra del Soccorso Alpino e condotta in sicurezza a valle con l’automezzo del CNSAS. L’intervento è stato eseguito a regola d’arte in tempi molto brevi.

Nel secondo intervento sul Matajur a rimanere ferita è stata una donna di Udine, E. (nome) R. (cognome) del 1961. La donna è scivolata in discesa – procurandosi una sospetta frattura al malleolo- sulla strada nel tratto compreso tra il Rifugio Pelizzo e Montemaggiore, sulla quale era presente un po’ di neve ghiacciata. I tecnici del Soccorso Alpino erano sul posto assieme ai Vigili del Fuoco e all’ambulanza, in appoggio alle operazioni per eventuali difficoltà legate alla percorribilità della strada con gli automezzi.

Commenta con Facebook