Ravascletto e la Carnia intera piangono Sergio De Infanti

È venuto a mancare nella notte all’ospedale di Tolmezzo Sergio De Infanti, storico alpinista, scrittore e operatore turistico di Ravascletto.

De Infanti, contornato dai suoi famigliari e dagli amici, da quanto si è appreso non è riuscito a vincere le ripercussioni di un virus che lo aveva colpito oltre un mese fa, di rientro da uno dei suoi tanti viaggi all’estero.

Classe 1944, proprietario della Pace Alpina, noto ristorante e albergo di Ravascletto, De Infanti nella sua vita si è sempre speso per le sue montagne che amava sin da bambino.

E’ stato tra i fautori dello sviluppo turistico del comprensorio dello Zoncolan, dal 1963 primo maestro di sci, promotore della locale scuola di sci, quindi Guida Alpina, alpinista, e ancora scrittore.

Grande commozione nella località montana e in tutta la Carnia. Ad esprimere condoglianze alla famiglia a nome di tutta la comunità il sindaco di Ravascletto Ermes De Crignis.

Qui una delle sue interviste realizzata nel 2013 da Diego Cenetiempo assieme a Paolo Fedrigo

Commenta con Facebook

4 pensieri riguardo “Ravascletto e la Carnia intera piangono Sergio De Infanti

  • 15 Agosto 2018 in 17:28
    Permalink

    Un saluto al maestro Sergio. Un ricordo della mia infanzia a Ravascletto

  • 15 Agosto 2018 in 22:40
    Permalink

    Mandi Sergio. Con Giorgio Ferigo hai espresso come nessuno le migliori qualità umane. Restiamo qui, cari compagni, sempre in numero più esiguo ad aspettare un avvenire che abbiamo spesso sognato ma che mi pare sempre più lontano.

  • 17 Agosto 2018 in 15:59
    Permalink

    Come componente del gruppo musicale dk blues voglio esprimere la mia gratitudine per essere stato ospitato a suonare più volte nel suo locale. Mi chiamava “toni cavo” per la mia dimestichezza nel manovrare i cavi e gli amplificatori del gruppo. Resterà per sempre in me il ricordo di un vero uomo prima di tutto!!!! A tutta la famiglia le più sentite condoglianze per la sua prematura dipartita. Mandi

  • 18 Agosto 2018 in 22:21
    Permalink

    Anche se ho Già espresso il mio pensiero su un Grande Uomo la sua grande passione per la montagna
    ho avuto l’Onore di passare parecchie settimane sul Gamspiz e ascoltare la sera attorno al fuoco le sue avventure . Colgo l’occasione per esprimere le mie più sentite condoglianze alla famiglia GRAZIE SERGIO R.I.P

I commenti sono chiusi