Proseguono le ricerche dell’escursionista scomparso ieri

Si continua a cercare l’escursionista di Udine, classe 1952, scomparso ieri mentre percorreva il sentiero naturalistico Zisilin che costeggia il Rio Gorgons, in comune di Taipana.

Ventitré uomini, tra Soccorso alpino, Guardia di finanza e Vigili del fuoco, assieme a tre Unità Cinofile dei vari corpi, hanno battuto fino alle tre del mattino il sentiero principale in cerca di tracce. Il percorso è stato nuovamente battuto questa mattina a partire dalle sei, con l’aggiunta dell’aiuto di un cane molecolare proveniente dal Veneto.

La zona è stata sorvolata anche dall’elicottero della Guardia di finanza proveniente da Bolzano, velivolo che ha in dotazione un particolare sistema di rilevamento dei cellulari sul terreno: il tentativo è stato fatto comunque anche se l’uomo aveva il cellulare spento.

I cani hanno individuato un paio di zone dove concentrarsi: si tratta di quelle più prossime al Rio Gorgons, le più esposte e scivolose del percorso, percorso che nella sua interezza, a parte quel tratto, non presenta difficoltà o insidie. Lungo il torrente ci sono invece dei salti dove è possibile scivolare dal sentiero.

Da questa mattina sta operando anche l’elicottero della Protezione civile (sotto il video della partenza) con dei sorvoli dall’alto a vista: pur essendo la zona molto boscata, l’assenza di foglie sui rami consente un minimo di visuale al terreno.

I soccorritori delle varie unità presenti stanno ora organizzando le forze dei soccorritori specializzati in forra, che percorreranno vestiti di mute e attrezzati con imbracature e corde il corso del rio calandosi con la corda in acqua e sondando le varie pozze presenti.