Progetto Interreg per le ricerche sullo stato del Lago di Cavazzo

Dopo l’incontro pubblico sull “Idroelettrico” svoltosi il 9 gennaio ad Alesso di Trasaghis con la presenza di numerosi e qualificati rappresentanti delle istituzioni locali, di consiglieri regionali, di parlamentari nazionali ed europei, prossimamente si terrà presso l’Assessorato regionale all’Ambiente ed Energia un incontro per l’elaborazione di un progetto Interreg da presentare all’Unione Europea per il relativo finanziamento, avente lo scopo di continuare, approfondire e completare le ricerche sullo stato del lago di Cavazzo o dei Tre Comuni, già iniziate nel giugno dello scorso anno dai ricercatori volontari dell’Istituto di Scienze Marine (ISMAR) di Bologna del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e dell’Osservatorio Geofisico Sperimentale (OGS) di Trieste.

I Comitati, che da anni si battono per la rinaturalizzazione e valorizzazione del lago di Cavazzo, mentre sostengono tale iniziativa, auspicano che tale incontro, a cui parteciperanno l’Assessorato all’Ambiente ed Energia, l’ISMAR, l’OGS ed i Comuni rivieraschi produca un serio progetto di ricerche che definisca i vari aspetti dello stato reale del lago pesantemente compromesso dallo scarico in esso della centrale di Somplago e sia, non già fine a se stesso, ma preliminare e strettamente funzionale alla rinaturalizzazione del lago, di cui l’isolamento del lago dallo scarico della centrale mediante un bypass è momento fondamentale.

I Comitati ritengono che la nuova positiva fase che si è aperta per il lago con un notevole incremento di presenze, di iniziative, di proposte, di interesse e di favorevoli prese di posizione in varie sedi istituzionali richieda, da un lato, una presa di coscienza da parte della locale popolazione di voler essere protagonista di (e in) questa nuova fase e, dall’altro lato, che le locali Amministrazioni Comunali evitino di procedere separatamente occupandosi ognuna solo della propria riva, ma procedano invece unitariamente e di comune intento in tutte le fasi dalle ricerche sullo stato del lago sino alla sua rinaturalizzazione e valorizzazione: il lago è uno e quindi uno deve essere il piano della sua valorizzazione, così come la Val del Lago è una e quindi uno deve essere il piano di sviluppo della stessa.

Il programma Interreg di ricerche, lo studio e la realizzazione del bypass, i piani di valorizzazione e sviluppo, il proposto concorso internazionale di idee, una legge speciale per il lago e la sua valle sono obiettivi che si raggiungono con la convinta volontà ed unità di tutte le realtà del comprensorio del lago.