“Professionista dello sgombero” trovato in possesso di una pistola

Per amici e conoscenti è il “professionista dello sgombero”, un disoccupato friulano di 57 anni, che, su chiamata, svuota, in poco tempo, cantine e magazzini, caricandone tutto il contenuto su un vecchio furgone, la cui apparente precarietà è, però, la causa dei ripetuti controlli stradali subiti, quasi ad ogni viaggio, dalle varie forze di polizia operanti sul territorio.
Fermato, anche in questa occasione, dai Finanzieri del Comando Provinciale Udine è stato, però, trovato in possesso di una pistola modello FN Browning M1922, calibro 7,65, disinvoltamente portata nella tasca del giubbotto. L’arma, priva di cartucce ma perfettamente funzionante, proveniva, a detta del possessore, da uno svuotamento fatto nella mattinata, troppo recente, sempre a suo dire, per indurlo a denunciarne subito il rinvenimento.
L’arma, prodotta massivamente sino agli anni quaranta – e, con alcune modifiche, tutt’oggi in commercio – ha costituito la dotazione d’ordinanza di molti degli eserciti impegnati nel secondo conflitto mondiale, passando di mano in mano dai vinti ai vincitori, sino a divenire, come nel caso di specie, la prima arma corta in dotazione all’armata della ex Jugoslavia.
L’uomo, operati tutti i necessari riscontri, dalle perquisizioni del mezzo e dell’abitazione all’escussione delle persone informate sui fatti, è stato denunciato a piede libero, alla locale Procura della Repubblica, per il porto abusivo di un’arma.