Il Procuratore Gratteri e l’europarlamentare Kyenge al LAB di Gemona

Il Lab di Gemona 2071 tra venerdì e domenica declina il tema dell’anno, (S)Confinare, con due protagonisti del nostro tempo impegnati in prima linea su questioni urgenti della nostra storia: la lotta all’ndrangheta anche nelle sue evoluzioni sofisticate, e con ciò la lotta a tutte le mafie, con il magistrato da sotto scorta Nicola Gratteri;  e l’immigrazione tra accoglienza, cooperazioni internazionale per lo sviluppo dei Paesi di partenza, diritto allo ius soli, con la europarlamentare Cécile Kyenge.

Venerdì 4 agosto, alle ore 18, al Collegio degli Stimmatini, torna a Gemona il magistrato divenuto simbolo della lotta alla ndrangheta e perciò da moltissimi anni sotto scorta, Nicola Gratteri, dall’aprile 2016 Procuratore della Repubblica di Catanzaro. Saggista, ha all’attivo numerose pubblicazioni, l’ultima delle quali è “L’inganno della mafia. Quando i criminali diventano eroi”, edizione Rai-Eri 2017.

Domenica 6 agosto, sarà alla Casa dello studente alle 18 per confrontarsi con i corsisti del Lab e con i cittadini, l’eurodeputata Cécile Kyenge, in questi mesi fortemente impegnata perché l’Italia si doti di una legge sullo “ius soli”, il diritto di cittadinanza per coloro che nascono nel Paese. L’esame del provvedimento, che doveva essere discusso dal Parlamento in questi giorni, è stato rinviato a settembre.

A livello europeo, sue le battaglie per una presa in carico comune dell’accoglienza e il potenziamento della cooperazione internazionale.

“Saranno due incontri fondamentali per consentirci di continuare a costruire la mappa delle parole che si legano al ‘Confine’ e che lo declinano in una molteplicità di ambiti: in questo caso giuridico e socio-culturale”, sottolinea la direttrice del Lab, Emanuela DeMarchi. La prospettiva, prosegue, “è ragionare attorno al concetto del limite e del suo superamento

Il Lab 2017 è sostenuto dalla Università di Udine, da Regione Friuli Venezia Giulia, da Ente Friuli nel Mondo, dalla Provincia di Udine e dal Comune di Gemona.

Commenta con Facebook