Principio di infarto nei boschi di Ampezzo, decisiva l’immediatezza dei soccorsi

A Passo Pura un uomo del 1958 di Sauris è stato colto da malore durante una passeggiata nei dintorni del Rifugio Tita Piaz assieme ai familiari, che in un primo tempo hanno chiamato un nipote dell’uomo per farsi venire a prendere con una jeep ma poi hanno deciso di attivare anche il Nue112. La Sores ha inviato sul posto i soccorritori della stazione di Forni di Sopra, l’ambulanza e l’elisoccorso regionale. A raggiungere la posizione è stato il nipote, avvertito per primo, che ha condotto l’uomo in jeep fino al passo dove sono sopraggiunte le altre forze.

L’uomo è stato preso in carico dal personale sanitario ed è stato trasportato in volo, in codice giallo, all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine.

La tempestività degli interventi ha permesso a questa persona di avere salva la vita.