Presentato a Malborghetto il progetto europeo “La Via della Musica/Straße der Musik”

È stato presentato ieri pomeriggio a Palazzo Veneziano di Malborghetto il progetto europeo “La Via della Musica/Straße der Musik”, finanziato nell’ambito del programma Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020. Un progetto grandioso in grado di mettere in comunicazione attraverso la musica terre vicine, superando i confini, travalicando le Alpi, aprendo nuove vie per il raggiungimento di obiettivi comuni che guardano alla formazione, alla cultura e alle bellezze paesaggistiche e storiche nel nome una crescita collettiva. Ed è così che la Carnia, il Canal del Ferro e la Carinzia hanno unito forze e competenze con l’obiettivo di promuovere a largo raggio la cultura musicale nell’area HEurOpen. All’incontro di presentazione sono intervenuti i rappresentanti degli enti coinvolti: il direttore artistico della Fondazione Luigi Bon Claudio Mansutti, l’assessore alla cultura del Comune di Malborghetto-Valbruna Alberto Busettini, la direttrice del festival Via Julia Augusta Konzertsommer di Kötschach-Mauthen Helga Pöcheim e la responsabile dell’ufficio cultura sport e turismo dell’UTI della Carnia Elena Puntil. Il primo grande risultato è la costituzione dell’Orchestra Giovanile Alpina HEurOpen che unisce una quarantina di giovani musicisti in formazione d’età compresa tra i 17 e i 28 anni provenienti dall’Italia e dall’Austria, con rappresentanze anche da Slovenia, Ucraina e Ungheria. Giovani talenti che avranno modo di vivere un’esperienza unica a livello umano e professionale, in quanto oltre ad avere la possibilità di essere seguiti da riconosciuti professori, avranno modo di ricevere retribuzioni come prime esperienze in ambito professionale.

Il debutto dell’Orchestra HEurOpen è domenica 16 giugno alle ore 17 per Risonanze Festival, quando nel Palco eventi in Malga Saisera eseguirà diretta dal direttore di fama internazionale Filippo Maria Bressan, grandi capolavori quali l’”Ouverture Coriolano in do minore op. 62” di Beethoven, il “Concerto per violoncello e orchestra in la minore op. 129 di Schumann” con solista la giovane e brillante musicista austriaca Vera Dickbauer, e la “Sinfonia il la maggiore n. 4 op. 90” chiamata “Italiana” di Mendelssohn. Un concerto che verrà replicato venerdì 28 giugno alle ore 19 presso il Municipio di Kötschach-Mauthen per il festival Via Julia Augusta Konzersommer e in occasione dell’inaugurazione della 28° edizione del Festival Carniarmonie, domenica 21 luglio alle ore 20.45 nella Pieve di S. M. Annunziata di Castoia con gli stessi capolavori, ma in luogo del concerto di Schumann verrà eseguito il “Concerto per violino e orchestra in mi minore op. 64 di Mendelssohn” con solista il talento friulano dell’archetto Christian Sebastianutto.

Punto di forza è il rafforzamento della cooperazione tra i soggetti coinvolti ed oltre all’Orchestra è prevista la costituzione di diversi ensemble giovanili da camera transfrontalieri, sotto la guida di riconosciuti didatti, per cicli di concerti nelle tre zone coinvolte. Attività che vedranno anche il coinvolgimento delle scuole dei territori, per attività didattico-formative in sinergia con studenti e docenti per l’approfondimento di tematiche relative alla cultura musicale dell’area. A completare questa intensa progettualità c’è la realizzazione di studi e ricerche finalizzate a promuovere la conoscenza delle peculiarità musicologiche e delle relazioni storico-culturali con le altre regioni, per pubblicazioni bilingue interessate ad incrementare la conoscenza da parte di residenti e turisti dei patrimoni storici, musicali e paesaggistici dei reciproci territori.

Commenta con Facebook