Post maltempo: 2 mila le utenze rimaste senza luce e a Ovaro un’auto si cappotta

E-distribuzione ha informato che le eccezionali condizioni meteorologiche che hanno interessato domenica il Friuli Venezia Giulia hanno provocato diffusi disservizi nella fornitura di energia elettrica. La società del Gruppo Enel per la gestione della rete elettrica ha operato con oltre 150 tecnici, sia friulani che di altre regioni, nonchè con il supporto di una quarantina di persone di imprese terze. I disservizi, a macchia di leopardo, hanno interessato circa 2.000 forniture prevalentemente della parte a nord delle province di Udine e Pordenone e si sono verificati in concomitanza con intensi fenomeni temporaleschi e forti raffiche di vento che hanno provocato la caduta di alberi sulle linee e il contatto di materiali vari con i cavi provocando spesso la rottura dei conduttori.

E-distribuzione ha spiegato di essere intervenuta con tempestività e secondo criteri di priorità dettati dalle situazioni specifiche e comunque in coordinamento con la Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia e con le altre Amministrazioni competenti: sono infatti numerose le situazioni in cui l’intervento dei tecnici è stato ostacolato da particolari condizioni di viabilità. Dove non fosse possibile prevedere una rapida riparazione dei guasti, si provvederà all’installazione di Gruppi elettrogeni.

INCIDENTE AD OVARO

Potrebbe essere stato un masso, scivolato lungo la strada regionale 355 a seguito delle precipitazioni intense, la causa all’origine dell’incidente verificatosi nel tardo pomeriggio di ieri ad Ovaro. Un uomo e una donna della zona sono rimaste  ferite a seguito del cappottamento della loro vettura, una Fiat di colore nero, che stava procedendo in direzione di Ovaro e che nei pressi dello svincolo per la cartiera Reno De Medici, ha urtato contro il macigno che si trova sul versante a monte della strada. Fortunatamente in quel frangente nessun veicolo procedeva in senso inverso. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Comeglians per i rilievi e per regolare il traffico, e i vigili del fuoco di Tolmezzo per rimettere la vettura sulle ruote e ripristinare il fondo stradale. I due feriti sono stati trasportati al pronto soccorso dell’ospedale di Tolmezzo. Su posto anche l’elicottero. Le operazioni di soccorso hanno determinato l’interruzione al traffico in ambo i sensi, che ha causato una lunga coda. Anche ad Enemonzo si è verificato uno schianto tra una moto e un’auto che ha portato al pronto soccorso il centauro di nazionalità estera.

COLLEGAMENTI FERROVIARI

Gravi disagi a causa del maltempo nei collegamenti ferroviari in Friuli Venezia Giulia dove – si apprende da fonti Trenitalia – alcuni fulmini hanno colpito le linee elettriche ferroviarie causando danni soprattutto nei pressi della stazione di Codroipo (Udine), fra Sacile (Pordenone) e Conegliano Veneto (Treviso), e in vari punti della linea Venezia-Trieste. A Codroipo un fulmine ha danneggiato i sistemi di gestione del traffico per cui il Frecciarossa Udine-Milano è stato deviato per Gorizia, l’Eurocity Vienna-Tarvisio-Venezia ha viaggiato con 170 minuti di ritardo e 16 treni regionali hanno viaggiato con ritardi che hanno raggiunto le due ore. Per ridurre i disagi Trenitalia ha istituito corse sostitutive di autobus fra Casarsa della Delizia (Pordenone) e Udine. I danni fra Sacile e Conegliano hanno causato rallentamenti a nove treni regionali che hanno accumulato ritardi fino a 80 minuti. Ritardi fino a 30 minuti, infine, per un Frecciarossa e cinque regionali sulla Venezia-Trieste.