Polizia Ferroviaria, rintracciati quasi 1.500 stranieri irregolari e salvati 6 aspiranti suicidi

Nel 2017 il compartimento della Polizia Ferroviaria Fvg ha svolto attività di controllo nelle stazioni e sui treni. Durante l’arco dell’anno sono state impiegate 10.112 pattuglie in stazione e 4.163 a bordo treno, sono stati scortati 7.455 convogli ferroviari con una media di 21 treni al giorno. Sono stati inoltre predisposti 854 servizi antiborseggio in abiti civili, negli scali e sui convogli. Sono state arrestate 26 persone e 822 indagate in stato di libertà nell’ambito di controlli su 23.177 persone. Inoltre, nel 2017 sono stati rintracciati 180 minorenni, italiani e stranieri, allontanatisi da casa o dalle strutture di accoglienza.

Sono stati controllati 1695 veicoli ed emesse 333 contravvenzioni per violazione al codice delle strada e al regolamento di Polizia Ferroviaria. Inoltre è stata effettuata, in particolare nelle stazioni di Udine e Pordenone, prevenzione e repressione del traffico e spaccio di sostanze stupefacenti e sono continuati servizi congiunti di vigilanza e scorta anche sui treni viaggiatori transfrontalieri con polizia di frontiera e con polizia austriaca nella stazione ferroviaria di Tarvisio Boscoverde rintracciando 1.487 stranieri irregolari.

L’attività di contrasto ai furti di rame, che in ambito ferroviario spesso causano ritardi alla circolazione dei treni e consistenti disagi per i viaggiatori, si è tradotta in oltre 70 controlli a centri di raccolta e recupero metalli, 84 controlli lungo le linee ferroviarie e 31 su strada a veicoli sospetti, con l’impiego di circa 240 operatori. Sono stati salvati 6 aspiranti suicidi.