Pochi medici in Valcanale e Canal del Ferro, Riccardi e Caporale incontrano i sindaci

“Il percorso che abbiamo davanti non è semplice perché il periodo che stiamo vivendo è complesso, per una concatenazione di fattori che non dipendono né dalla Regione e tantomeno dagli amministratori municipali o dalle nostre aziende sanitarie. Ma insieme dobbiamo fronteggiare le criticità concentrandoci insieme sulla risoluzione dei problemi, consapevoli che i nodi da sciogliere sono perlopiù di competenza del governo nazionale perché riguardano le regole di gestione del personale”.
Così il vicegovernatore e assessore con delega alla Salute Riccardo Riccardi che ieri pomeriggio ha incontrato a Pontebba il sindaci della Comunità di Montagna Canal del Ferro e Valcanale. Con lui anche il direttore generale dell’Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale, Denis Caporale.

I primi cittadini hanno illustrato le problematiche che vive il territorio sul fronte della carenza dei medici di medicina generale e guardie mediche.
“La situazione che i primi cittadini si trovano ad affrontare non è semplice – dice Riccardi -. A loro va tutto l’appoggio della Regione che è, e sarà sempre al loro fianco. Siamo arrivati a questo punto per un grave deficit nazionale nella programmazione sanitaria, per l’effetto di limitati percorsi di formazione universitaria ed anche per vincolo stringenti sulle politiche retributive. Tutti temi che il nuovo Governo deve affrontare, investendo in maniera importante sul capitale umano”.

I primi cittadini hanno ringraziato Riccardi e Caporale per la disponibilità, concordando con la necessità di ricercare vie anche alternative e nuove per dare risposte di salute e sanità alle popolazioni che vivono questo territorio. È stata espressa la comune volontà di lavorare insieme in modo compatto.