Playoff basket C, San Daniele attende di conoscere l’avversaria della semifinale

3S CORDENONS – IL MICHELACCIO SAN DANIELE   57 – 68

Intermek 3S: Damjanovic 17, Luis 9, Pivetta 3, Mezzarobba 8, De Santi 12, Corazza, Marella 2, Zanusso 4, Camaj, De Nardo. All. Beretta.
Il Michelaccio: Pellarini 4, Colutta, Simonutti 5, Domini ne, Bortoluzzi 19, Nicoloso ne, Tosoni 5, Bellina 30, Tallone ne, Cella 5, Dijust 9. All. Sinone.
Parziali: 23-15; 34-31; 46-42.

di SARA PUNTEL

Vittoria, in trasferta, nella seconda partita dei quarti di finale playoff di C Silver per Il Michelaccio San Daniele che ha battuto il Cordenons (57-68), accedendo così alla semifinale promozione. La partita è stata condotta dai padroni di casa, avanti per 32 minuti, grazie a una grande intensità difensiva, ma i collinari hanno piazzato la zampata finale, vincendo la partita e portando la serie sul 2-0.

Coach Enrico Sinone analizza così il passaggio alla semifinale: “Siamo arrivati a Cordenons consci di affrontare una squadra che avrebbe fatto di tutto per portarci alla “bella”, mettendo in campo ancora maggior intensità rispetto a gara uno. Eravamo consapevoli anche che sarebbe stato difficile avere le percentuali della gara d’andata. È andata proprio così: i nostri avversari hanno approcciato bene il match portandosi avanti subito di 10 punti e ci siamo sempre trovati ad inseguire per i primi 32 minuti. Il nostro merito è stato sicuramente quello di non disunirci, anche quando non entravano i tiri aperti. Siamo riusciti a restare agganciati a Cordenons ed è venuta fuori alla fine la maggior esperienza nei momenti decisivi. Ancora una volta i miei giocatori d’esperienza sono stati determinanti. Sicuramente avere un Federico Bellina da 30 punti è davvero importante per noi, ma non sono solo i punti a fare la differenza, è anche la sua leadership nei momenti importanti, il suo dare sicurezza a tutta la squadra: è una presenza fondamentale per noi. Spendo una parola anche per uno dei più giovani della truppa: nell’ultimo quarto l’energia che ci ha dato Matteo Cella è stata fondamentale per agganciare Cordenons e dare lo strappo decisivo. Adesso ci godiamo un weekend libero per ricaricarci mentalmente e fisicamente, aspettando di capire chi affronteremo in semifinale tra Latisana e Servolana”.

Commenta con Facebook