Play Off serie C, San Daniele vince gara 1 dei quarti

IL MICHELACCIO – BOR RADENSKA 75-69

IL MICHELACCIO SAN DANIELE: Tamigi 7, Pellarini 9, Colutta 6, Simonutti, Polo 8, Nicoloso n.e., Bortoluzzi 2, Tosoni 6, Falilone n.e., Domini n.e., Ellero 14, Dijust 23. Allenatore: A. Sgoifo.
BOR RADENSKA TRIESTE: Bole 6, Basile 8, Crevatin, Scocchi 19, Marchesan 14, Devcich 2, Sosic 14, Daneu n.e., Mozina 5, Albanese n.e., Doz 3. Allenatore: D. Oberdan.
NOTE: Usciti per 5 falli Basile e Scocchi (Bor Trieste); Fallo Tecnico alla panchina del Bor al 32′.
PARZIALI: 14-18, 42-31, 56-50.

di SARA PUNTEL

Battaglia vera, al Pala Falcone e Borsellino di San Daniele, per gara-1 dei quarti di finale play off, fra i padroni di casa de Il Michelaccio e il Bor Radenska Trieste: partono un po’ nervosi e contratti i padroni di casa, mentre i triestini, a mente sgombra e senza nulla da perdere, giocano con leggerezza e tanta grinta. E’ subito una bomba di Doz ad aprire le ostilità, alla quale segue un gioco da 3 punti di Scocchi. San Daniele fa fatica sbagliando molti tiri aperti, ma lotta in difesa e rimane nel match grazie ai canestri della coppia Ellero-Dijust, fino al 14 – 18 esterno della prima sirena.

Riparte subito forte il team di Coach Oberdan, nella seconda frazione, con quattro tiri liberi di Sosic e Devcich, ma a suonare la carica per Il Michelaccio è Tosoni che trascina i suoi, prima all’aggancio e poi al sorpasso, con un breack di 8 – 0 grazie ai canestri ancora di Dijust e di Tamigi che scavano il primo vero solco del match, per il 42 – 31 dell’intervallo lungo.

Il Bor però è squadra di carattere e al rientro dagli spogliatoi, grazie ai canestri di un ritrovato Marchesan e di Sosic, rosicchia punto su punto, dimezzando lo svantaggio.

San Daniele continua a sbagliare troppo, ma ha la bravura di tenere in difesa e di non perdere la calma, rimanendo comunque sempre sopra nel punteggio (56-50).

L’ultimo quarto segue la falsariga del terzo, con Mozina e Bole che indovinano un paio di canestri pesanti, ai quali rispondono prima Colutta e poi Dijust, con la bomba del +10, a novanta secondi dalla fine: la partita sembra finita, ma sono quattro  errori consecutivi dalla lunetta per San Daniele e due bombe di uno stratosferico Scocchi a riportare i triestini a – 4, a trenta secondi dal temine.

Sul fallo sistematico questa volta Pellarini e Dijust non sbagliano e San Daniele chiude sul punteggio di 75 – 69.

E’ stata partita vera con tanto agonismo e intensità, a discapito del bel gioco, ma indubbiamente ora la posta in palio si fa importante. Il Bor ha giocato una gran partita non mollando mai e lottando fino alla fine. San Daniele, nonostante la giornata in ombra di alcuni giocatori, ha ottenuto una vittoria di carattere e che vale tanto. Restano da valutare in settimana le condizioni di Ellero, uscito a metà ultimo quarto per un problema muscolare.

Ora si passa a Trieste per gara-2, giovedì sera, per una serie che promette sicuramente scintille.

Commenta con Facebook