Pioggia record e vento forte, altri disagi in Friuli

SITUAZIONE METEO
Nella notte sulla regione sono affluite forti correnti molto umide meridionali, con raffiche intorno a 80 km/h sulla costa e anche oltre i 130 km/h sulle vette. I cumulati di pioggia sono molto significativi, specie sulla fascia prealpina: nelle ultime 24 ore sono caduti oltre 370 mm in Val Resia sulle Prealpi Giulie e intorno ai 280 mm in varie località delle Prealpi Carniche e a Piancavallo; in Carnia sono caduti 200 mm, nel Tarvisiano fino a 240 mm a Cave del Predil. In pianura piogge comprese fra 50 e 120 mm, molto più attenuate invece sulla costa. Le nevicate sono state limitate, nella fase più intensa, alle quote superiori ai 2000 m. Ora il fronte sta spostandosi verso est, le piogge stanno iniziando ad attenuarsi sulla fascia occidentale, insistono invece ancora sulla fascia orientale. Le nevicate sono ora in calo, intorno a 1800 m di quota.

EVOLUZIONE
Nelle prossime ore della mattina è previsto che il fronte atlantico si sposti più decisamente verso est, con decisa attenuazione delle precipitazioni, ma rimarrà comunque residua instabilità con probabili piogge intermittenti e qualche rovescio durante la giornata, vento in rotazione a sud-ovest e di intensità moderata sulla costa, quota neve in progressivo calo, in serata intorno a 800-1000 m di quota. Dalla serata e poi soprattutto nella prossima notte e al mattino di domani l’ingresso di aria più fredda in quota farà incrementare nuovamente l’instabilità con piogge sparse moderate, localmente abbondanti, nevicate oltre i 600 m di quota circa. Domani in mattinata sulla costa soffierà Borino e si dovrebbe avere una fase temporaneamente più stabile. Nei giorni successivi è attesa ancora instabilità con precipitazioni sparse, giovedì in genere moderate.

EFFETTI AL SUOLO
Dall’inizio dell’evento sono stati impegnati circa 350 volontari. Nella notte segnalati interventi per caduta alberi a Pocenia, caduta massi in Comune di Nimis sulla strada Nimis-Chialminis, chiusa per allagamento via dell’argine in Comune di San Canzian d’Isonzo.

Forti raffiche di vento, piante abbattute, strade bloccate e ore di blackout nella serata di ieri in Val Canale: i disagi maggiori si sono concentrati in Valromana (Fusine la località più colpita) e in Valcanale, dove sono rimasti a lungo senza corrente gli abitati di Malborghetto e Ugovizza.

In Comune di Premariacco risulta chiuso il guado sul torrente Malina.
In Comune di Vivaro risulta chiuso il guado di Rauscedo.
In Comune di Zoppola risulta chiuso il guado di Murlis.
E’ ancora attivo il Servizio di Piena sul fiume Isonzo e sul fiume Tagliamento.
Il livello del fiume Tagliamento (nella foto la situazione a Latisana) a Venzone è di 3,58 m alle ore 6:00 in aumento
Il livello del fiume Tagliamento a Madrisio è di 4,01 m alle ore 6:00 in aumento
Il livello del fiume Isonzo a Gradisca d’Isonzo è di 8,10 m alle ore 6:00 stazionario
Il livello del fiume Vipacco a Savogna d’Isonzo è di 5,83 m alle ore 6:00 stazionario
Il livello del torrente Torre a Villesse è di 4,22 m alle ore 6:00 stazionario
Il livello del torrente Cormor a Basaldella è di 2,06 in aumento

Precipitazione delle ultime 3 ore:
78.0 Resia (RESIA)
72.2 Uccea (RESIA)
66.2 Coritis (RESIA)
60.8 Gran Monte (TAIPANA)
49.8 Cave del Predil (TARVISIO)
Precipitazione delle ultime 48 ore:
399.2 Resia (RESIA )
377.6 Coritis (RESIA)
351.8 Uccea (RESIA)
303.4 Malghe Mersino – Matajur (PULFERO)
295.6 Gran Monte (TAIPANA)
Valore della raffica di vento ore 6.00
Malga Cjariguart 100 km/h
Rest 98 km/h
Grado 63 km/h

Commenta con Facebook