Osterie e Ristoranti Slow Food, la Carnia si conferma al Top in Fvg

Si confermano 11 le “chiocciole” assegnate ad altrettanti ristoranti ed osterie tipiche del Friuli Venezia Giulia dalla nuova edizione della guida “Osterie d’Italia 2018”, il volume di Slow Food che, giunta alla sua 28esima pubblicazione, rappresenta ormai una vera e propria bussola per chi vuole “ridare valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali”.

Nella nostra regione si confermano al top Borgo Poscolle di Cavazzo Carnico, l’Osteria Da Alvise di Sutrio e la Stella d’Oro di Verzegnis.

Oltre 400 gli osti protagonisti del volume che hanno partecipato nei giorni scorsi alla presentazione della guida al Parco delle Sorgenti di Ferrarelle di Riardo (CE). “Nella guida- si legge nell’introduzione a firma Marco Bolasco ed Eugenio Signoroni, curatori di questo Sussidiario del mangiarbere all’italiana- ci sono le osterie che incarnano al meglio l’autenticità della cucina italiana, una cucina semplice, priva di barocchismi ed eccessi di lavorazione che hanno il solo fine di stupire. Una cucina che non cerca di uniformarsi in un unico stile con cotture millimetriche, sottolinea le differenze e non si piega alle mode”.

1.616 le osterie recensite nell’edizione 2018, di cui la maggior parte con un menù che non supera i 35 euro. In continuità con la scorsa edizione, i locali un po’ più cari della media sono segnalati dal bollino con Euro e freccia, mentre il bollino Novità sta, naturalmente, per le nuove segnalazioni, che sono 176, ad indicare un fenomeno in continua evoluzione e crescita. Il simbolo dell’Annaffiatoio indica i locali con un orto di proprietà, la Chiave quelli dove si può anche dormire, il Formaggio è usato per quelli che propongono una selezione di prodotti caseari di qualità, la Bottiglia per un locale dalla proposta di vini articolata, rappresentativa del territorio, con prezzi onesti e infine la Chiocciola, dedicata ai locali più in sintonia con i princìpi di Slow Food.

Inoltre ci sono caratteri speciali per indicare quali osterie aderiscono al progetto Alimentazione Fuori Casa dell’Associazione Italiana Celiachia e quali all’Alleanza tra i cuochi e i Presìdi Slow Food, cioè dove si utilizzano regolarmente nei menù almeno tre Presìdi della propria regione.

FRIULI VENEZIA GIULIA

AI CACCIATORI
Cavasso Nuovo (PN)
BORGO POSCOLLE
Cavazzo Carnico (UD)
BORGO COLMELLO
Farra d´Isonzo (GO)
ROSENBAR
Gorizia
AI CIODI
Grado (GO)
IVANA & SECONDO
Pinzano al Tagliamento (PN)
DEVETAK
Savogna d´Isonzo
Sovodnje ob Soci (GO)
DA AFRO
Spilimbergo (PN)
SALE E PEPE
Stregna-Srednje (UD)
DA ALVISE
Sutrio (UD)
STELLA D’ORO
Verzegnis (UD)

Commenta con Facebook