Ordigni bellici scoperti sul fondo del lago di Cavazzo

Dalle profondità del lago di Cavazzo Carnico ecco una nuova sorpresa: delle bombe adagiate sul fondo (nelle foto). Le hanno individuate e fotografate i sub del Team Explorers di Pordenone. Il rinvenimento è di qualche settimana fa e conferma quello che raccontano gli anziani del posto. Si dice, infatti, che questo splendido lago fu utilizzato come una sorta di discarica dopo la guerra: li furono gettate bombe, armi e altro materiale esplodente per bonificare dagli ordigni bellici le case e in generale le aree abitate che sorgono attorno al lago.

Adesso, con l’immersione del Team Explorers di Pordenone, c’è la certezza. Il gruppo di sub, altamente specializzato, ha messo al corrente del ritrovamento le forze dell’ordine, affinché si possa procedere con la bonifica. I sub non rivelano quale sia il punto esatto del lago dove si sono immersi per una normale esercitazione facendo la scoperta, dettaglio che è stato fornito unicamente alle autorità competenti. C’è da dire, a ogni modo, che per chi vive sulle sponde dello specchio d’acqua, per chi va a fare una gita a piedi sui sentieri o per chi si fa un giro in barca o in pedalò, il lago è sicuro. Gli ordigni, infatti, si trovano a una profondità molto elevata e non sono raggiungibili dai turisti.