Maxi operazione antidroga dei Carabinieri tra Gemonese e Collinare

Una persona arrestata, tre denunciate in stato di libertà e 4 segnalate amministrativamente in quanto assuntori di stupefacenti. E’ il bilancio di una operazione antidroga dei Carabinieri della stazione di Majano e della Compagnia di Udine condotta in collaborazione con le Compagnie di Tolmezzo e Cividale del Friuli e con le unità cinofile dei Carabinieri di Padova, con varie perquisizioni.

L’indagine aveva preso avvio ai primi di maggio e portato alla luce un giro di festini a base di cocaina tra maggiorenni nella zona collinare. Tra loro, un uomo di 34 anni, residente a Majano, finito ai domiciliari per reati anche in materia di stupefacenti. I carabinieri lo avevano sorpreso poi mentre era in contatto con altre persone vicine al mondo della droga e avevano ottenuto l’aggravio di misura, in carcere. Nella perquisizione eseguita nella sua abitazione, a fine maggio, erano state trovate tracce di cocaina e strumenti utili per il consumo di stupefacenti. Le indagini hanno consentito di risalire al suo fornitore, un uomo di 37 anni di Osoppo, trovato in possesso di 5 grammi di hascisc in cantina, e di denunciarlo.

L’indagine si è allargata, tra giugno e luglio, fino a controllare la posizione di una quindicina di persone, tra i 25 e i 53 anni, assuntori di cocaina. Nei confronti di sei di loro è scattata una perquisizione eseguita nei giorni scorsi con una ventina di militari dell’Arma in diversi paesi della zona collinare: sono stati trovati e sequestrati 15 grammi di marijuana e mezzo di cocaina a un majanese, denunciato, e altri 2 grammi di marijuana e due francobolli intrisi di Lsd a casa di un uomo, a Gemona. Entrambi sono stati denunciati. Nei confronti di altre persone sono scattate le segnalazioni amministrative come assuntori.

Commenta con Facebook